mobileme alternative gratuiteIo uso MobileMe. Se siete utenti Apple ne avrete già sentito parlare molte volte, anche da parte del vostro stesso Mac, il quale alla prima installazione vi chiede se avete già un account MobileMe o se volete crearne uno nuovo, gratuito, di prova. Il test drive dura però 60 giorni e successivamente dovrete pagare il canone annuale di 79 Euro per mantenerlo attivo. Molte? Non proprio. Per chi ha un Mac ed un iPhone, o più Mac, iPod Touch, eccetera, la semplicità della sincronizzazione di MobileMe lo rendono un prodotto unico e che stravale il suo costo.

Se non mi credete, basta dare uno sguardo all'elenco delle caratteristiche:

  • Disco remoto (iDisk) di 20gb, con la possibilità di condividere documenti
  • E-mail, contatti e calendari sempre sincronizzati (in modalità push)
  • Funzione Torna al mio Mac che ti fa accedere in remoto al tuo computer con un clic
  • Sincronizzazione dei preferiti di Safari, delle preferenze di sistema, dock, dashboard e password del vostro Portachiavi
  • Ritrova il tuo iPhone lo localizza in caso di smarrimento e può cancellarne i dati per la vostra sicurezza
  • Funzione per creare a pubblicare gallerie fotografiche da iPhoto su una pagina web personale
  • Un sito (me.com) dal quale gestire tutto via web, anche lontano dal computer
  • Possibilità di creare un proprio sito con iWeb sullo spazio di iDisk

E penso di aver anche dimenticato qualcosa. Ad ogni modo esistono alcune soluzioni gratuite che, con un po' di sbattimento, permettono di ottenere risultati più o meno simili. Per farlo però si devono usare più programmi contemporaneamente.

Da questo momento vi illustrerò, uno ad uno, i software di cui parlo e la modalità per installarli ed utilizzarli. Iniziamo dal primo punto, ovvero il disco remoto. Vi ho già accennato di DropBox, un servizio gratuito che vi permette di ottenere un drive virtuale da 2GB. L'utilizzo è semplicissimo, ci si iscrive e si installa il software DropBox, il quale crea una cartella che si autosincronizzerà, facendo una copia dei file contenuti in uno spazio sul web. La cosa molto comoda è che se lo utilizzate su differenti computer (ed esiste anche la versione anche per Windows e per iPhone/iPod Touch), potrete accedere dovunque agli stessi dati, con la certezza che verrano sempre sincronizzate le ultime modifiche. Chiaramente i documenti sono protetti e sicuri, in modo da non essere accessibili a tutti. Ma avrete anche la possibilità di aprire il vostro disco virtuale da qualsiasi postazione web tramite il sito, accedendo con le vostre credenziali. Bene, iniziamo.

Procedura Guidata
Recatevi sulla pagina di iscrizione di DropBox ed inserite i vostri dati:

Iscrizione gratuita a DropBox

Dopo aver cliccato su Create account, verrà aperta una nuova pagina che avvierà il download dell'applicazione. Al termine vi troverete un file immagine disco .DMG da montare (che si automonta se avete spuntato l'opzione di Safari per aprire automaticamente i documenti sicuri dopo il download).

Installazione di DropBox

Come suggerito dall'immagine, trascinate l'icona di DropBox nel collegamento alla cartella Applicazioni, per copiarlo. Al termine aprite con un doppio clic la cartella e poi trovate e lanciate l'applicazione. Indicate di avere già un account come visibile nell'immagine sottostante, procedete inserendo i vostri dati nella prossima pagina e poi date uno sguardo alle successive schermate che illustrano il funzionamento del servizio. Nell'ultima pagina verificate di aver attivato le notifiche Growl, così da ricevere popup a video quando vengono modificati i file da altri computer.

Configurazione di DropBox

Il risultato sarà una nuova cartella, chiamata appunto DropBox, nella vostra directory "inizio" (quella con il vostro nome). Ed inoltre viene anche automaticamente configurato un accesso veloce nella barra laterale del Finder. Troverete già alcuni file. Dei documenti illustrativi in formato pdf (in inglese) e due cartelle: Photos e Public. Lasciatele così come sono perché non devono essere cancellate.

Cartella predefinita di DropBox

Da questo momento potrete creare nuovi file e cartelle a vostro piacimento. In corrispondenza di ogni icona vedrete un simbolo che indica ciò che è stato già salvato e sincronizzato in remoto e ciò che è ancora in fase di upload. Nel primo caso ci sarà una bollino verde con una V, nel secondo noterete invece un simbolo di sincronizzazione in corso, su un bollino azzurro. Se provate a creare ad esempio un nuovo file di testo, per qualche istante vedrete questo:

Aggiunta file su DropBox

Cliccando con il tasto destro sui singoli file è possibile attivare il menu contestuale, dal quale vi appariranno due nuove opzioni, una per vedere tutte le recenti modifiche al file indicato (apre il sito web) e l'altra (disponibile solo se il file si trova nella cartella Public) che vi permette di copiare negli appunti un link web di accesso diretto a quel file, utile per condividere al volo dei documenti con amici o colleghi.

DropBox condivisione file

Tutte le opzioni di DropBox saranno sempre accessibili dall'icona che verrà installata nella barra dei menu:

Accesso rapido alle opzioni di DropBox

In conclusione
DropBox ci offre un servizio impeccabile, che per alcuni versi è anche superiore all'iDisk di MobileMe. In particolare il processo di sincronizzazione è veramente istantaneo oltre che efficiente, e non da problemi anche con file di grosse dimensioni (mentre iDisk dà qualche noia alle volte). Lo storage è inizialmente limitato a soli 2GB, che sono la dimensione media di una chiavetta USB, con il vantaggio di poterla avere sempre a disposizione, senza portarla dietro. Inoltre se portate altri utenti questo spazio può anche aumentare (di 250MB la volta), sempre gratuitamente.

Considerate poi che il servizio ha anche ulteriori vantaggi:

  • permette di avere un backup costante —e teoricamente per un tempo infinito— dei dati inseriti nella vostra cartella: quindi risulta utile anche a livello personale su un solo computer, per mantenere al sicuro quei documenti che non volete perdere mai;
  • se utilizzato tra collaboratori permette di avere una cartella di lavoro condivisa;
  • fornisce un metodo semplice per condividere documenti, con amici e colleghi, con un semplice link;
  • per i software che permettono di decidere la cartella dove salvare i dati e le preferenze, offre anche un modo semplice per sincronizzare questi ultimi su diverse postazioni (vedi "Come si fa: mantenere sincronizzati i dati di 1Password tra due o più computer").

Insomma io uso (e pago) MobileMe, ma uso anche (gratuitamente) DropBox.