Come saprete dopo il lancio del sistema operativo Android per smartphone e netbook, Google ha in mente di vendere il suo primo telefonino, il Nexus One, prodotto in realtà da HTC, con l'obiettivo di contrastare l'iPhone.

Strategicamente il tutto è stato accuratamente calcolato.

Google lanciò dapprima solo il software, in un momento in cui c'era forte bisogno di un nuovo e capace competitor per contrastare l'iPhone OS e la sua incredibile ventata di novità. Così per questo e per le sue ottime caratteristiche (la prima, quella di essere nato da un progetto open-source) molti produttori hanno scelto di iniziare a lavorare con Android. Alcuni puntandoci anche la loro ribalta commerciale, come Motorola con il suo Droid (in Italia MileStone). Dopo aver fatto fare da cavie commerciali a tutti i maggiori produttori mondiali di telefonia mobile, ora che il sistema operativo è ben conosciuto, che l'Android Market ha raggiunto un ragguardevole numero di applicativi e che sono stati sistemati molti dei suoi difetti di gioventù, ecco che arriva Google con il primo smartphone, montando l'ultima release di Android, la 2.1, e posizionandosi in un mercato che già è pronto ad accoglierlo a braccia aperte.

E poi c'è chi lamenta che Apple opera scelte commerciali castranti per i suoi collaboratori.

Quelli di Engadget hanno già avuto modo di fare un breve video hand-on del dispositivo, del quale a breve pubblicheranno una recensione completa. Hanno quindi rilasciato una completa unboxing gallery ed un primo veloce video per vedere le novità dell'interfaccia (che chiaramente Google ha tenuto per sè e per il suo telefono).

Ovviamente il paragone è stato fatto con l'iPhone, del quale pare essere anche leggermene più sottile, con la stessa superficie frontale, ma con uno schermo più grande (3,7" contro i 3,5" dell'iPhone).