Qualche giorno fa parlandovi del fatto che MacUpdate ha deciso di regalare a tutti una copia di AppDelete, ho ricevuto una domanda in un commento: che differenza c'è tra questo ed AppZapper? Per questo motivo ho pensato di realizzare un confronto tra le più utilizzate utility di disinstallazione per Mac, così da metterne in luce pregi e difetti.

Oggetto del confronto saranno:

L'ultimo non è un software per disinstallare, ma un vero e proprio finder evoluto con numerose opzioni aggiuntive, come: batch rename, ftp e disinstallazione appunto. L'ho messo in elenco forzando un po' la mano, ma mi interessava vedere i suoi risultati perché è quello che uso io. Per altro su questo software avete anche la mia recensione completa.

Per portare avanti la prova ho tentato di disinstallare alcune applicazioni utilizzando tutte e cinque le utility, comparando poi i risultati. Trascurerò qui le peculiarità di ogni software (grafica, funzioni, semplicità) per concentrarmi solo sull'operatività. Ho provato su quasi venti applicazioni, ottenendo per lo più risultati sovrapponibili. Perciò vi mostrerò solo quelli in cui vi sono state differenze.

Ho iniziato da Aperture:

disinstallare aperture mac

Qui vince senza dubbio AppDelete, che riesce addirittura a trovare i file di installazione dell'ultimo update automatico di Aperture nelle directory temporanee. Secondi parimerito AppTrasher a ForkLift. Anche gli altri due non fanno un cattivo lavoro e lasciano file di piccole dimensioni e poco conto. Ma visto che stiamo valutando la completezza AppDelete è decisamente una spanna sopra.

È la volta di CoverScout:

coverscout disinstallato sul mac

Qui sono tutti nella media, ma eccelle invece AppTrasher, il quale riesce ad identificare file di preferenze aggiuntivi sempre collegati a CoverScout. Tuttavia sono file assolutamente innocui e oltretutto di pochissimi kb. Perciò il vantaggio è veramente minimo.

Passiamo poi ad iVideoConverter:

disinstallare ivideoconverter

Ancora una volta è AppDelete a sorprendermi, in quanto identifica e cancella anche una cartella con i contenuti di prova generati con questo software. Sembra che a differenza degli altri l'algoritmo di AppDelete sia più complesso, tuttavia non è tutto oro quello che luccica....

E lo vediamo con Onyx:

AppDelete vuole cancellare anche un font di sistema solo perché si chiama OnyX. Capite bene che questo tipo di comportamento può andar bene solo se chi si trova dall'altra parte pone notevole attenzione prima di confermare l'operazione di eliminazione. In altri casi, utilizzato da persone meno attente o comunque meno tecniche, si può incorrere in cancellazioni accidentali. Un problema simile me lo ha dato in un caso anche AppTrasher...

cancellando WindowFlow:

Quella che ho evidenziato in rosso è la cartella in download dove ho memorizzato non solo l'applicazione scaricata, ma anche la licenza. Dando retta ad AppTrasher l'avrei persa!

In tutti gli altri casi i software hanno dato risultati simili, tranne per uApp, il quale trova mediamente un file in meno rispetto la media, anche se si tratta di preferenze innocue e che occupano pochissimo spazio. La mia classifica di seguito, premia più la sicurezza che la quantità di file cancellati.

1. AppZapper
Questa utility si classifica al primo posto per affidabilità. Non ha un algoritmo approfondito come AppDelete ed AppTrasher, ma almeno non ha mai proposto cancellazioni errate ed è quindi usabile ad occhi chiusi anche dal meno esperto. Tuttavia è anche la più costosa del gruppo, fatta eccezione per ForkLift che, come ho già detto, in realtà è un Finder evoluto ed è inserito un po' forzosamente nel test.

1. ForkLift
Pur non essendo di base una utility di disinstallazione si è comportata egregiamente, direi parimerito con AppZapper. Sicura ed efficace. Se necessitate anche di altre delle sue funzioni tali da giustificare il maggior esborso di denaro, ForkLift rimane un'ottima scelta.

2. uApp
Mediamente si è dimostrata efficace, anche se nella maggior parte dei casi presentava almeno un file in meno rispetto agli altri. Tuttavia rimane sicura ed è usabile senza dover verificare con troppa attenzione il suo operato, cosa che la rende ottima per utenti meno esperti. Inoltre è free.

3. AppDelete
A patto di usarla con molta attenzione, AppDelete è l'applicazione che cancella più file. In almeno un caso però avrebbe creato problemi. È l'applicazione perfetta per gli smanettoni dal momento che ripulisce meglio l'hard disk, ma se la si usa con superficialità si rischia qualcosa.

4. AppTrasher
È ancora in beta ed in questo momento è scaricabile ed usabile gratuitamente. Mediamente si è comportata molto bene ed in un caso è anche riuscita ad identificare più file (corretti) rispetto agli altri. Tuttavia in una circostanza mi avrebbe creato un danno non da poco, eliminando il file originale di una applicazione ed anche quello in cui avevo memorizzato il mio codice di licenza. Visto che la classifica si basa anche sull'affidabilità, finisce inevitabilmente all'ultimo posto.

Conclusioni
In ultima analisi consiglio AppDelete ed AppTrasher solo a chi ha le giuste competenze e l'attenzione per verificare di volta in volta le proposte di cancellazione. Entrambe le utility lavorano bene, ma sono forse un po' troppo scrupolose, rischiando alle volte di cancellare file non necessari e importanti.

uApp è free e si è dimostrata nel test sicura al 100%, pertanto è quella che consiglio a chi non vuole spendere soldi, ma vuole un'app che funzioni a dovere.

AppZapper è ancora più completa di uApp permettendovi di fare maggiore pulizia. Può essere usata ad occhi chiusi e si comporta egregiamente. Magari potrà lasciare alle volte qualcosa in giro, ma solitamente si tratta di file che non appesantiscono il sistema, sia perché di piccole dimensioni, sia perché vengono ignorati.

ForkLift mi ha confermato che faccio bene ad usarla. Si comporta in modo eccellente e non ha mai sgarrato. Certo costa di più delle altre, ma ricordiamoci che la disinstallazione è solo una delle sue funzioni.

Io continuerò ad usare ForkLift, anche se di tanto in tanto faccio un test di cancellazione con AppDelete per vedere cos'altro cancellerebbe. Ma in quest'ultimo caso verifico con attenzione la natura di ogni file prima di procedere con l'eliminazione.

PS. tra le migliori utility gratuite per Mac, tempo fa segnalai anche AppCleaner. Questa applicazione che ha lo stesso scopo di quelle citate si comporta piuttosto bene e non è stata inserita nella prova solo per ragioni di spazio. Tuttavia molti utenti mi segnalano di usarla con soddisfazione, quindi eccovi il link: http://www.freemacsoft.net/AppCleaner/