Un paio di giorni fa Apple è riuscita ad ottenere un brevetto interessante relativo alle gesture per il controllo multitouch di un dispositivo. Ai più è sembrato semplicemente qualcosa di relativo all'iPad, ma io ci vedo invece tutta un'altra prospettiva. Inizio facendovi vedere un estratto di questo brevetto:

gesture apple per il futuro

Se ci fate caso si tratta di azioni molto più complesse di quelle che abbiamo imparato ad usare su iPhone prima e su iPad dopo. Si fa anche rifermento a clic destro e centrale, comandi che non hanno senso su iPhone OS, ma semmai su OS X. Quindi Apple sta valutando (o è in procinto di realizzare) un sistema di controllo per gesture anche per i desktop ed i notebook. In particolare per questa seconda categoria, sappiamo che già da tempo nei trackpad dei MacBook sono stati introdotti comandi a due, a tre o a quattro dita. Ma sono per lo più comandi secondari, per scorrimento, zoom, rotazione e, recentemente, Exposé. Quello che invece viene fuori da questo brevetto è un sistema di controllo totale legato quasi esclusivamente alle gestures. E non finisce qui...

Aggiungo a quanto appena detto un altro importante indizio relativo ad un ennesimo brevetto Apple. Si tratta della possibilità di estendere all'intero top case di un MacBook Pro, la sensibilità al tocco ed al movimento. Tramite dei microfori sul case ed una pellicola sottostante sensibile alla luce, tutta la parte superiore del case potrebbe diventare touch.

superficie touch

Se è vero come è vero che non tutti i brevetti portano necessariamente ad un prodotto finale, è altrettanto innegabile che ci sono moltissimi indizi che Apple stia lavorando ad un nuovo sistema di controllo del computer. Ad ottobre dell'anno passato, un altro brevetto (da molti denominato Star Trek controller) prospettava una superficie touch molto più ampia degli attuali trackpad, destinata al controllo a due mani:

Dove voglio arrivare? Tutte queste cose mi fanno inevitabilmente tornare in mente un progetto di cui vi ho parlato ad ottobre del 2009: 10/GUI. Apple si sta avvicinando sempre di più a quel concetto di controller e la somiglianza è innegabile con quanto proposto da C. Miller:

10/gui

10/GUI sembra aver identificato i limiti del classico mouse, ma anche del touch tradizionale, proponendo un controller che ci permetta di mantenere la giusta postura, ma di superare in modo netto la limitatezza del punta e clicca a cui ormai da anni siamo abituati. Personalmente ritengo sia il miglior progetto mai visto in rete per il futuro dei computer. Qualcosa di solido e realmente percorribile. Perché molti non pensano al fatto che usare un desktop touch, porta ad incredibili disagi di postura che lo rendono assolutamente impraticabile se non per qualche minuto. Vi consiglio fortemente la visione di questo video... e quando un giorno Apple presenterà qualcosa di molto simile, ricordatevi di SaggiaMente 😉