Ho parecchie applicazioni sul mio Mac, ma quando mi rendo conto che ve n'è qualcuna che uso poco o niente, preferisco rimuoverla. Preferisco un profilo minimal, anche se poi alla fine le applicazioni che sono sempre attive sul mio Mac sono sempre più di dieci (contanto quelle nella barra dei menu). Uso i Mac perché preferisco non avere inutili complicazioni. I problemi hanno un sapore meno amaro se non arrivano improvisamente ed inspiegabilmente senza che tu ne abbia colpa. E non sono neanche uno di quelli che esegue di continuo manutenzione. Ho abbandonato Windows proprio per non dover pensare più a defrag, scandisk, registro di sistema, virus e compagnia bella. Pertanto voglio usare il Mac così com'è. Gli unici strumenti di "sicurezza" che ritengo utili sono il firewall personale Little Snitch sommato ad un po' di buon senso. E il massimo delle operazioni di manutenzione che eseguo riguardano verifica permessi e stato S.M.A.R.T. del disco.

Tra gli strumenti di manutenzione per Mac, il più popolare è forse Onyx, dal momento che pur essendo molto completo ed aggiornato frequentemente è rimasto sempre gratuito. Personalmente non lo uso, se non in qualche sporadico caso, ma la sua ultima versione rilasciata recentemente, ha introdotto una funzionalità degna di nota e che potrebbe tornare utile in moltissime occasioni.

Come sapete su Mac OS X non c'è un registro di sistema come in Windows ed ogni applicazione salva le proprie preferenze su file. Allo stesso modo si comporta l'intero sistema operativo, memorizzando anche le impostazioni di sistema (finder, dock, scrivania, etc..) nei ".plist".

Una delle più frequenti cause di improvvisi malfunzionamenti delle applicazioni, può proprio essere il file di preferenze danneggiato. Cosa che si risolve solitamente cancellando il file incriminato dal momento che l'applicazione relativa lo rigenera al primo avvio, anche se ciò comporta la perdita delle precedenti configurazioni. Tuttavia il problema è che non sempre si riesce ad identificare facilmente cosa è danneggiato.

Onyx 2.1.5, introduce uno strumento di verifica delle preferenze, che analizza uno per uno tutti i file .plist creando un report dettagliato di quelli che eventualmente sono danneggiati.

verifica preferenze danneggiate

Non avendone nessuna corrotta (per fortuna) non ho potuto verificare il suo comportamento in caso di preferenze danneggiate, ma ritengo che il sistema si limiti all'identificazione del problema, mentre la soluzione dovrebbe rimanere sempre quella di cancellare il relativo file.

Link alla pagina di Onyx