Mentre appena passato al mondo Mac mi sono stupito della completezza del sistema operativo che mi consentiva, tramite il software incluso iSync di interfacciarmi con il mio vecchio Nokia N73 e che mi ha permesso di avere in pochi istanti tutta la rubrica del cellulare perfettamente sincronizzata con quella del computer, in Mac OS X non è contenuta alcuna utility tra i programmi predefiniti che serva allo scopo di sincronizzare due cartelle di file.

In questi ultimi giorni ho invece testato un programma molto completo che serve perfettamente allo scopo e che è talmente complesso da poter soddisfare le esigenze anche degli utenti più avanzati. Si tratta di Chronosync di Econ Technologies, una software house che dedica il suo lavoro ai computer della Mela.

Chronosync (del quale da pochi giorni è stata rilasciata la versione 4.1) non si limita a rendere possibile la sincronizzazione dei file contenuti in due cartelle, ma è anche in grado di operare in forme differenti, come ad esempio il backup automatico di una cartella in un'altra, il mirroring e la clonazione completa del disco fisso. Il tutto anche usufruendo dei dischi di rete.

L'interfaccia dell'aplicazione è chiara e ben strutturata, in modo da dare una collocazione intelligente e facilmente raggiungibile a tutte le (tante) opzioni che il programma ci mette a disposizione. Nella schermata principale si devono inserire i percorsi delle cartelle da tenere sinconizzate, oppure è sufficiente trascinare nelle aree Left Target e Right Target le loro icone. Poi si deve scegliere il metodo desiderato (nel caso dell'immagine qui sopra è sincronizzazione) e il gioco è fatto.

Nella parte inferiore della schermata principale si possono notare gli avvisi che il programma ci segnala, problemi dovuti ad esempio ad un mancato supporto di alcune funzioni da parte del file system di destinazione. Nell'esempio riportato qui sopra mi comunica che il file system di destinazione è MS-DOS quindi ha restrizioni sui nomi dei file utilizzabili e sugli attributi. Mi dice inoltre che sul mio hard disk lo spazio è quasi esaurito.

A questo punto premento il pulsante Syncronize nella toolbar l'operazione viene eseguita, ma è sempre meglio, in casi come questo in cui si eseguono delle operazioni sui file, effettuare prima una simulazione (Trial Sync. nella toolbar) mediante la quale vi vengono indicati tutti i file che verranno interessati dall'operazione.

In alternativa è possibile utilizzare la schermata Analyze che mostra tutti i file presenti nelle due cartelle e l'operazione che verrà portata a termine su di essi. A me è stata molto utile per notare che avrebbe sincronizzato anche i fastidiosi file di sistema di OS X (.DS_Store) e, di contro, i THUMBS.DB e gli altri files nascosti di Windows, così ne ho approfittato per filtrarli nelle opzioni.

Le opzioni poi, come ho accennato, sono veramente numerose, ma divise in modo tematico in varie aree per un più semplice utilizzo e spaziano dalla reportistica alla gestione degli errori, da come comportarsi in presenza di alcuni particolari tipi di file (io ad esempio ho ignorato quelli nascosti) all'archiviazione delle copie sovrascritte e molto altro ancora.

Chronosync è perfetto anche per la schedulazione dei backup di rete, infatti è possibile selezionare come target anche un percorso di rete e configurarne il collegamento con la login ed alcune funzioni aggiuntive molto importanti, come la connessione automatica per il backup e la disconnessione al termine dell'operazione:

sincronizzazione remota

Completa la dotazione del programma la gestione della programmazione delle sincronizzazioni, che può essere gestita nel modo più libero possibile, dal settimanale, al "appena il disco viene montato" (fantastico per le chiavette USB, per esempio).

voto 5Conclusioni
Se state cercando un programma che gestisca la sincronizzazione tra due cartelle, Chronosync farà al caso vostro. Ma la sua vera specializzazione è nella pianificazione dei backup: è qui che si nota la vera potenza dell'applicazione. Per questo motivo (ed anche perché non è localizzata in italiano) l'utilizzatore tipo è un utente esperto, il quale saprà come sfruttare la grandissima quantità di funzioni e strumenti disponibile. Non v'è dubbio che Chronosync sia una delle offerte migliori presenti sul mercato, anzi direi la migliore. La sua completezza è tale da poter esaudire qualsiasi tipo di esigenza dell'utente.

Costi
Chronosync costa $40 (circa 27€). Una cifra più che commisurata alla validità dell'applicazione, la quale forse ha l'unico neo di richiedere buone competenze tecniche al fine di adoperarla al meglio. Mentre un utente che non abbia bisogno di tutte le caratteristiche lo potrebbe trovare un po' esagerato e potrebbe spostare la sua scelta su altri prodotti più economici (alcuni anche gratuiti). L'utente professionale invece apprezzerà appieno le caratteristiche del prodotto e riuscirà a concretizzare anche le più complesse policy di backup.

PRO
ico.piu.png Scheduler molto versatile per programmare la sincronizzazione
ico.piu.png Vari tipi di sincronizzazione possibili
ico.piu.png Definizione di regole e filtri per i file da copiare
ico.piu.png Archiviazione di un numero a piacere di vecchie versioni dei file

CONTRO
ico.meno.png Non è localizzato in italiano, anche se l'utente tipo (pro) non avrà problemi

DA CONSIDERARE
ico.meno.png Per un utente occasionale e poco esperto può essere troppo complicato