L'iPad non serve a niente e non avrà successo. Se avessi un centesimo per ogni volta che l'ho sentito dire, aggiornerei il blog dalla mia nuova casa di Cupertino, proprio vicino al campus Apple. E come era prevedibilissimo, pare proprio che non stia andando in questo modo. E dopo i cloni dell'iPhone è arrivato il tempo di quelli dell'iPad.

Inizialmente partono sempre i cinesi, che copiano l'estetica e ci mettono dentro tutte le funzioni del mondo, ma poi producono oggetti di basso costo, scarsa qualità e usabilità che rasenta il tragi-comico. Ma poi arrivano anche i grandi player... e il caso di Samsung, che si appresta a lanciare sul mercato un prodotto particolarmente interessante, il Galaxy Tab. Dovrebbe arrivare nei mercati europei entro questo mese ad un prezzo tra i 699€ e 799€. Già questo basta per capire che tenta di contrastare l'iPad non tanto sul piano economico, ma quanto su quello della fruibilità del mezzo.

GALAXY-Tab-2

Quelli di DDAY (ottimo magazine online dedicato alla tecnologia), sono riusciti a fare una brevissima recensione del prodotto presentato in questi giorni all'IFA 2010. Ricordo che il Galaxy Tab differisce già per un primo aspetto fondamentale: la dimensione. Questo possiede infatti un display LCD da 7", quindi è più compatto, leggero e trasportabile del 10" dell'iPad, che tuttavia ha il vantaggio di risultare più comodo per la lettura e la navigazione. E come sempre per gli sfidanti, c'è la voglia di ammaliare con quel qualcosa in più che l'altro non ha. In particolare in questo caso l'espandibilità della memoria, il modulo telefonico e la cam. Ci sono ovviamente pro e contro come in ogni caso, ma resta un device interessante e che montando Android 2.2 è anche piuttosto maturo.

Date uno sguardo e, come sempre, voglio i vostri pareri.