La one more thing dell'evento di oggi è stata l'attesissimo MacBook Air.

Arrivato in due modelli alla fine, come dicevano gli ultimi rumors:

  • 11,6" (ris. 1366 x 768 pixel) da 999€
  • 13,3" (ris. 1440 x 900 pixel) da 1.299€

Il corpo è interamente Unibody, anche la parte superiore. La tastiera rimane a dimensione completa anche nel modello da 11,6" (e questa è una grande cosa per chi ha bisogno di leggerezza e trasportabilità, ma non riesce ad usare le tastierine dei netbook). Entrambi i tagli condividono i processori Core 2 Duo e la grafica NVIDIA GeForce 320m (già vista sui MacBook e MacBook Pro 13").

caratteristiche tecniche

Al posto degli SSD tradizionali troviamo i chip di memoria flash. Questi sono molti più piccoli e sono saldati direttamente all'interno del Mac (con buona pace di chi voleva fare semplici upgrade) e garantiranno una funzionalità veloce e silenziosa (l'avvio è dichiarato Instant On).

Il modello da 11,6" base viene a costare 999€ ed ha:

  • Processore Intel Core 2 Duo a 1,4GHz
  • 2GB di memoria [+ 90€ per 4GB]
  • Unità di memoria flash da 64GB
  • Grafica Nvidia GeForce 320M

Mentre se si scegli quello top di gamma a 1.149€ si hanno 128GB di storage e in BTO si può anche decidere, oltre al raddoppio di RAM, anche una CPU più veloce:

  • Processore Intel Core 2 Duo a 1,4GHz [+ 90€ per 1.6GHz]
  • 2GB di memoria [+ 90€ per 4GB]
  • Unità di memoria flash da 128GB
  • Grafica Nvidia GeForce 320M

Il modello da 13,3" invece, parte 1.299€ e condivide grosso modo le stesse caratteristiche del piccolo, ma con un processore leggermente più veloce e partendo da 128GB di memoria flash già nel modello base:

  • Processore Intel Core 2 Duo a 1,86GHz
  • 2GB di memoria [+ 90€ per 4GB]
  • Unità di memoria flash da 128GB
  • Grafica Nvidia GeForce 320M

Infine il top di gamma del modello più grande, viene a costare 1.599€ e si differenzia per una memoria flash da 256GB e la possibilità di fare l'upgrade del processore:

  • Processore Intel Core 2 Duo a 1,86GHz [+ 90€ per il 2,13Ghz]
  • 2GB di memoria [+ 90€ per 4GB]
  • Unità di memoria flash da 256GB
  • Grafica Nvidia GeForce 320M

La batteria dice Jobs che è stata testata in modo serio, ovvero durante il vero utilizzo. Quindi la durata dichiarata di 5 ore in operatività WiFi per l'11,6" e di 7 ore per il più grande 13,3", dovrebbe essere realistica, come lo è stata quella dell'iPad. In standy addirittura il tempo di attività è di 30 giorni!

Manca ovviamente il lettore ottico (acquistabile separatamente il classico SuperDrive a 79€).

Come connettività abbiamo sulla parte destra una USB 2.0 (niente 3.0 dunque) e l'uscita Mini DisplayPort. Sul 13,3" pollici però è presente anche lo slot di lettura SD card, che non c'è nell'11,6":

Sulla sinistra stesse connessioni per entrambi: MagSafe, una seconda USB 2.0, Cuffie e Microfono:

Gli altoparlanti sono stereo e sono posti lateralmente (dovreste vedere in alto due piccoli fori centrali sui lati).

Dimensioni e peso, più che buoni direi:

dimensioni e peso MacBook Air

Non c'è ethernet dunque, ma il veloce WiFi 802.11n. Il resto delle caratteristiche le conosciamo già, quindi: Bluetooth 2.1 + EDR, webcam iSight integrata (per FaceTime!), trackpad multitouch, display retroilluminato a LED.

Con la scheda grafica degli altri Mac portatili da 13" GeForce 320M, abbiamo 256MB di memoria condivisa con la dotazione standard di 2GB di DRAM DDR3 a 1066MHz (era meglio 4GB sicuramente).

In definitiva niente di trascendentale direi. Jobs aveva detto che non avrebbe mai rilasciato un netbook perché sono prodotti inutili che non consentono veramente di lavorare. C'è da dire che effettivamente anche il MacBook Air 11,6" pare avere una discreta potenza per lavorare in modo agevole. Non ha certo l'hardware dei netbook da 399€, ma la differenza di costo è notevole. Comunque ritengo possa essere veramente un prodotto interessante. Apple comunque ci tiene a chiarire la posizione rispetto al no ai netbook, scrivendo chiaramente nello slogan è un Mac fino all'OS, ovvero che puoi usarlo veramente per fare tutto...

Novità: nella scatola viene anche fornita una unità USB per il ripristino software.

Ecco il link diretto all'App Store per il nuovo MacBook Air.