DropZone, CloudApp, ogni volta che trovo un'applicazione interessante per gestire e condividere i file creati durante la giornata spero sempre che sia migliore della precedente. Mi è capitata sott'occhio ora GrabBox, indirizzata specificatamente alla condivisione degli screenshot, la quale però mi ha sorpreso con delle funzionalità molto molto comode.

Una volta eseguita parte una specie di autoconfigurazione che richiede di copiare un link pubblico della proprio cartella Public in DropBox. In questo modo l'applicazione memorizza la struttura dei link da utilizzare per la condivisione:

ok

Cliccando su ok la finestra sparisce e GrabBox continua a lavorare in background. Non dovremo imparare nessuna nuova scorciatoia perché intercetta direttamente li screenshot effettuati con le classiche combinazioni del Mac. Appena ne effettueremo uno si avvierà una piccola notifica con Growl e il file sarà spostato in DropBox/Public/Screenshots. La cosa comodissima è che cliccando sulla notifica prima che sparisca, si aprirà una finestra che mostra l'immagine catturata e fornisce la possibilità di assegnarle un nome (così si evita il classico "Scheramata del....").

preferenze

Nell'immagine qui sopra vedete lo screenshot che ho fatto delle preferenze e intorno la maschera di GrabBox che mi permette di cambiargli nome. Creando sulla scrivania o nel dock un accesso diretto alla cartella screenshots dell'applicazione, si ha un immediato controllo sulle istantanee create. Inoltre ci si trova con il link pubblico dell'immagine già pronto negli appunti dopo la cattura.

Una soluzione interessante che sto provando da pochi minuti, ma che trovo particolarmente interessante.