Durante il mio percorso tra computer e device Apple, prima personale ed ora pubblico con il blog, ho avuto modo di incrociare molte altre persone che, come me, apprezzano i Mac. Altre vi sono invece totalmente ostili, ma ognunaha la propria visione del marchio e dei suoi prodotti. Sommariamente ho notato che esistono tre differenti approcci.

io odio steve jobs

I diffidenti sono quelli per cui Apple è un'azienda senza scrupoli che ha trovato il modo per prendere in giro il mondo proponendo soluzioni hardware e software limitanti a prezzi fuori mercato. Sono quelli che magari non hanno mai avuto un Mac, ma ne parlano come se non ci fosse nulla da sapere al di là di ciò che appare dal listino prezzi e dalle caratteristiche hardware dei prodotti. E poi a che serve un computer che non ha le USB3 ed il lettore BluRayDisc? Quelli per cui un MacBook Air 11" è un netbook troppo caro per ricconi che non sanno come buttare i loro soldi. Che se vedono per strada una persona con un iPhone la etichettano immediatamente come un incapace che usa uno smartphone limitato e con problemi di progettazione (antenna), quando con lo stesso prezzo ne avrebbe comprati due "migliori" (perché con più funzioni). Quelli che l'iPad è un iPhone più grande che non telefona e che non ha nemmeno la porta USB.

integralisti

Per gli integralisti invece, Apple è l'azienda che ha inventato il personal computer, gli smartphone moderni ed i tablet. Quella da cui tutti copiano e che se i prodotti costano cari, un motivo ci sarà. Il Mac non ha virus e non si "impalla" mai. Sono macchine meravigliose che hanno l'hardware migliore del pianeta terra. Non danno mai problemi e girano con il sistema operativo più avanzato che esista. Mac OS X per loro è perfetto, ma sopratutto è molto meglio di Windows in ogni aspetto. E poi la qualità, il design, la cura progettuale. Tutti dovrebbero comprare Mac e iDevice. L'iPhone, ad esempio, è il migliore smartphone di sempre e va usato così com'è. Se Apple ha deciso che non si possono modificare alcuni aspetti grafici e funzionali o installare app che "le stanno antipatiche", allora vuol dire che non si deve fare. Che senso ha prendere un iPhone o iPad e poi eseguire il jailbreak? Tutto quello che fa Apple lo fa per migliorarci la vita (digitale, si intende..) e quindi dobbiamo accettarlo così come viene. È quasi una fede insomma...

moderati

E poi ci sono i moderati, quelli che si trovano esattamente a metà tra i due e che considerano veritiere alcune osservazioni dei primi ed altre dei secondi. Usano o hanno usato Mac e iPhone vedendone aspetti positivi e negativi. Alcuni arrivano anche ed eseguire il jailbreak per "migliorare" le funzioni di dispositivi iOS, ma comunque preferisco sempre scegliere hardware e software Apple. L'azienda ricerca il profitto non c'è dubbio, ma da Cupertino arrivino sempre soluzioni innovative, nel design o nell'usabilità, destinate a fare la differenza. Si guardano intorno e criticano ciò che vedono di migliorabile nei Mac e sono consapevoli che anche Linux e Windows hanno caratteristiche positive che potrebbero eventualmente essere integrate in OS X. E se per caso usando uno smartphone con Android non vedono solo che è copiato da iOS ed ha una grafica confusa ed una usabilità non altrettanto immediata, ma valuta anche la positività di una piattaforma aperta e con tante funzioni utili.

Consapevoli che nessuna individualità possa rispecchiarsi al 100% con i 3 personaggi qui semplicemente descritti, a quale categoria vi sentite più vicini e perché?