I possessori di Apple TV 2G si dividono in due fazioni. Ci sono quelli che la stanno usando "alla Apple" fin dal primo giorno, per accedere alle librerie iTunes condivise dai computer in rete e per acquisto/noleggio di contenuti. E poi ci sono quelli che, come me, ne hanno valutato ipotetiche future potenzialità e attendono di poterne usufruire. Inutile dire che questi secondi, me compreso, per il momento sono stati ampiamente delusi. Per un paio di mesi ho eseguito uno dopo l'altro tutti i jailbreak che uscivano, ho installato le varie mod apparse qua e la da sviluppatori indipendenti, per poi alla fine ritornare sui miei passi. Qualcosa si riesce a fare, ma tutto in modo così scadente da non renderlo a mio avviso consigliabile.

A livello di media center l'opzione Plex, che sembrava particolarmente interessante, ha disatteso le ottime premesse con un'applicazione per Mac aggiornata con un nuovo ed invasivo media server, per altro scarsamente controllabile, ed un client per Apple TV 2G ancora acerbo.

Intanto il 12 gennaio vi ho illustrato l'unico procedimento semplice e funzionante per il jailbreak della Apple TV 2G con firmware iOS4.2.1. Si tratta di SeasOnPass, molto semplice da effettuare ma con un problema comune a tutti i dispositivi iOS con recente firmware: è di tipo tethered.

Questo significa che ogni volta che la Apple TV 2G si spegnerà, per riaccenderla dovrete collegarla per qualche istante al Mac per eseguire un boot controllato. Già questo basterebbe a rendere il tutto sconsigliabile a mio avviso.

Aggiungeteci anche la scarsa funzionalità delle applicazioni fino ad ora disponibili ed ecco spiegato perché non parlo ancora a sufficienza di Apple TV 2G (visto che in molti me lo chiedono).

Stamattina però ho segnalato su twitter una notizia importante letta su MacRumors, ovvero che XBMC (che ora su Mac ed Apple TV 1G preferisco agli altri) sta per approdare su iOS, compresa la ATV Black.

Per cui lo avremo anche su iPhone, iPad e compari:

Speriamo che sia la volta buona insomma.