synology-ds211j-fronte

Perché parlare di NAS? La domanda potrebbe in verità essere esattamente contraria a questa, chiedendosi: perché non parlarne? Archiviamo continuamente file di ogni natura e l'aumentare dei dispositivi collegati alla rete, anche in ambito casalingo, ha trasformato quella che era un'esigenza ad esclusivo appannaggio delle azienda, in una più distribuita e comune, anche nell'ambito privato.

All'interno della categoria indicata dal termine Network Attached Storage vi sono differenti livelli di prodotto, per affrontare esigenze piuttosto variegate. Da poche centinaia fino a migliaia di euro, troviamo soluzioni che offrono prestazioni, solidità ed espandibilità molto differenti. E Synology, insieme a Qnap, sono probabilmente le aziende maggiormente focalizzate sul settore, realizzando prodotti che soddisfano un ventaglio di necessità completo, dal privato alla grande azienda, passando per il sempre più vasto SOHO.

Proprio a quest'ultimo ambito del piccolo studio, casalingo o meno, è indirizzato il DS211j di Synology, un NAS a due bay (quindi può contenere fino a 2HDD), racchiuso in un case plastico magari non troppo professionale, ma che garantisce economicità a fronte di una incredibile flessibilità d'uso, grazie al sistema operativo DSM 3.

Installazione
La prima cosa da fare è scegliere i dischi da inserire all'interno. Dimensione, marca e modello dipendono dalle vostre necessità, ma considerando la destinazione d'uso consiglio di scegliere prodotti di buona qualità. Io ho preso dei Seagate Barracuda 7200rpm da 1TB, che sono anche piuttosto economici, ma in alternativa si può puntare sui migliori WD Caviar Black. L'importante è che siano due dischi uguali, per capienza e modello. Montarli è un gioco da ragazzi: il case si apre a slitta, si inseriscono gli hard disk e si usano le viti in dotazione per fissarli. Una volta concluso è bene assicurare anche il case, con le viti rimanenti (nel video vedrete che è molto semplice).

synology-installazione

Il DS211j è già configurato per ricevere l'indirizzo IP dal router, per cui io l'ho collegato alla Time Capsule con il cavo ethernet e vi ho potuto accedere immediatamente da tutte le postazioni collegate alla medesima rete, anche via AirPort (WiFi). Nel DVD allegato si trova il Synology Assistant, che conviene copiare nella cartella Applicazioni ed eseguire. Se tutto è in regola vedrete subito apparire il NAS con il suo indirizzo IP, nello stato non installato.

Synology Assistant

Cliccando sul pulsante Installa si avvierà il wizard di configurazione. È tutto in italiano come potete notare e sopratutto molto semplice. Nella successiva maschera si deve selezionare il file .pat che contiene il sistema operativo DiskStation Manager 3.0, che si trova nel DVD sotto la cartella DSM:

installazione-dsm

In una decina di minuti il processo successivo eseguirà formattazione dei disk (in RAID mirror), installazione del sistema operativo e configurazione delle impostazioni di base. A quel punto il NAS risulterà nello stato pronto. Vi consiglio di approfittarne già in questa sede per accedere alle preferenze ed attivare:

  • Controllo risorse (mostra le statistiche d'uso)
  • Caricatore foto (che in verità ha la più importante funzione di upload dei video)

impostazioni-video-foto

Configurazione e servizi
Qui arriva il piatto forte: il DiskStation Manager (o DSM). Facendo un doppio clic sul nome del server tramite il Synology Assistant, vi si accede tramite il browser web. Per l'accesso iniziale usate admin senza password.

synology-dsm

Appena entrati ci dà il benvenuto un wizard che ci permette in pochi istanti di creare cartelle condivise, utenti e i relativi privilegi.

dsm

L'interfaccia è assolutamente incredibile, con una GUI da vero sistema operativo, con pannello di controllo, guida in italiano e finder (browser file), tutto gestito con scrivania e finestre. Sono rimasto colpito molto positivamente in questo senso, una UI completa e multitasking trasforma il NAS da semplice supporto di storage condiviso in una vera e propria postazione destinata all'erogazione di servizi di rete. Dopotutto è bene ricordare che il DS211j ha una CPU da 1,2Ghz e 128MB di RAM, caratteristiche hardware di un piccolo computer se vogliamo.

dsm3

Nel pannello di controllo un primo sguardo già ci fa capire le potenzialità del NAS. Facendo un rapido elenco notiamo:

  • condivisione file sia per Windows che per Mac (compreso supporto Bonjour)
  • server FTP
  • gestione gruppi, utenti, privilegi e permessi
  • condivisione cartelle
  • servizi web: Apache, PHP. MySQL, WebDAV
  • gestione servizi IP dinamico (tipo DYNDNS.org)
  • firewall
  • terminale (abilita telnet / SSH)

E siamo solo alla seconda riga, tralasciando anche servizi più tecnici come SNMP. Andando avanti si trova tutta la gestione del sistema, con le configurazioni di rete, lingua, orario, notifiche email, gestione alimentazione (con supporto per UPS e pianificazioni di spegnimento), nonché le periferiche esterne e l'aggiornamento del DSM.

Il DS211j ha una porta Gigabit Ethernet per collegarsi alla rete locale e poi due USB sul retro ed una frontale. Queste tre porte non servono solo, come si potrebbe pensare, al collegamento di ulteriori dischi o pendrive, ma supportano anche varie periferiche esterne. Collegando ad esempio un dongle WiFi si potrà evitare il collegamento cablato al router. La gestione di tali dispositivi avviene tramite il pannello "periferiche esterne".

ds211j-retro

Applicazioni
Di base nel pannello di configurazione del DSM si trova un pacchetto di applicazioni molto completo:

applicazioni

Ma la piattaforma è aperta ad implementazioni, per cui si possono aggiungere con pochi clic: Mail Station, Squeezebox Server, Webalizer, phpMyAdmin e HASP, direttamente testati e distribuiti da Synology

applicazioni-aggiuntive

Oltre ad una grande quantità di script di terze parti che trovate a questo indirizzo.

Server Media
Attiva la condivisione DLNA/UPnP

servermedia

iTunes
crea una libreria accessibile nella rete tramite iTunes

itunes-server

Audio Station
Riproduce musica tramite altoparlanti USB direttamente collegati al NAS e la invia ad iOS tramite l'app gratuita DS audio per iPhoneper iPad. Come si può notare direttamente sul DSM c'è un'applicazione audio, simil-iTunes, per controllare la riproduzione.

audio-station

Photo Station
Condivide le foto, organizzate in album, via browser web. In verità serve anche per i video, ma l'erogazione in questo caso avviene regolarmente solo se questi vengono inviati tramite il Caricatore Foto che ho mostrato inizialmente nel Synology Assistant. Questo perché viene effettuata una conversione in FLV. È utile, ma sicuramente la codifica fa perdere qualità, per cui funziona meglio il server UPnP/DLNA per i video.

photostation

Anche qui è possibile sfruttare delle app gratuite per iOS al fine di accedere ai contenuti in streaming, si tratta di DS photo+ per iPhone e per iPad.

Download Station
Si tratta di un completo client Torrent/Kad per scaricare direttamente sul NAS i torrent e da eMule.

download-station

Surveillance Station
Gestisce le videocamere su base IP per registrare i filmati sulla rete.

sorveglianza-ip

File Station
Fornisce un accesso via web a file e cartelle, con la possibilità di personalizzare la grafica e abilitare l'accesso via connessione sicura https.

filestation

Arrivati a questo punto anche avendo analizzato solo le applicazioni e funzioni preinstallate, avrete certamente capito la versatilità del DSM. Il Synology DS211j può essere utilizzato per una miriade di scopi, difficilmente un utente sfrutterà al 100% le sue reali possibilità. In teoria si potrebbe anche sfruttare come semplice archiviazione di rete veloce e sicura (per il RAID mirroring), con il vantaggio che essendo già predisposto anche per Mac, viene riconosciuto come tale:

filesharing-afp

Ecco un video che ripercorre un po' tutto il percorso dall'installazione, all'uso:

voto 4,5Conclusioni
Come già detto più volte, anche nel video, la forza di questo NAS risiede sicuramente nel sistema operativo DSM. La sua grande flessibilità ed apertura lo rende un prodotto adatto a esigenze molto diverse, dalla condivisione di contenuti multimediali, fino alla videosorveglianza, passando per il server web. Non si tratta magari di un prodotto di classe professionale, ma offre le funzionalità dei suoi fratelli maggiori con un hardware sufficiente per l'uso SOHO, in un corpo semplice e senza cassetti per i dischi, ma elegante e funzionale. Il voto è alto, come alta è la qualità riscontrata in questo Synology DS211j.

Costi
Si trova dalle 180€ alle 220€ sul web, spendendone un altro centinaio circa per i dischi si ottiene un NAS veramente completo. E se il RAID 1 vi può bastare e non programmate di sostituire spesso i dischi, può soddisfare tranquillamente anche esigenze di natura aziendale. Insomma, un buon prodotto ad un prezzo giusto.

PRO
Pro Semplicità di configurazione
Pro Ampia espandibilità con periferiche USB
Pro Interfaccia amministrativa di ottimo livello
Pro Il DSM offre una incredibile quantità di funzioni (inutile elencarle qui)
Pro Nativamente compatibile con Time Machine
Pro Prezzo adeguato

CONTRO
Nulla di rilevante