Tra tutti gli SSD SATA2 del 2010, uno dei prodotti migliori è stato sicuramente l'OWC Mercury Extreme Pro, che ho montato nel taglio da 240GB nel mio MacBook Pro 2010 e poi riportato in quello del 2011 (recensione). Un disco molto simile al Vertex 2 di OCZ, che nel frattempo però ha iniziato a distribuire il Vertex 3 (di cui dovrei avere un esemplare entro 1 mese).

OWC non è rimasta a guardare ed ha presentato la versione 6G (SATA3) del suo Mercury Extreme Pro:

merc-extreme-pro-6g_gall1

Costruito con NAND a 25nm ed il controller SandForce SF-2281, offre prestazioni in lettura/scrittura continua che raggiungono i 500MB/s, sfruttando bene la banda di 6Gb/s del SATA3. L'overprovisioning è al 7%, area che vine sottratta al volume formattato per i vari meccanismi di manutenzione e sicurezza già noti, come DuraWrite, Intelligent Block Management e Wear Leveling, Intelligent Read Disturb Management, Intelligent "Recycling", etc..

Tre i tagli disponibili:

  • 120GB (111GB formattato) $319.99
  • 240GB (223GB formattato) $579.99
  • 480GB (447GB formattato) $1.799,99

Il Mercury Extreme Pro SATA2 si è dimostrato non solo uno dei dischi più veloci in assoluto, ma anche quello con la migliore durata sul lungo periodo. Il firmware di OWC infatti, ha molti accorgimenti proprietari che aiutano a preservare nel tempo la sua velocità iniziale (e dopo un anno di lavoro intensissimo, lo posso confermare). Per cui mi aspetto molto da questo nuovo 6G e spero di poterlo testare a breve.