Con l’andare dei tempi nell’App Store c’è stata una vera e propria esplosione di “one-task-app”, ovvero applicazioni molto semplici che svolgono sì un solo compito ma lo fanno in maniera ottimale. Esempi noti sono strumenti quali PasteBot e le pseudo-lampadine.

Qualche giorno fa mi sono imbattuto in un’app che permette di inviare link dal Mac a un dispositivo iOS. Come prevedibile costava 0,79€, quindi mi sono detto: perché no? Non l’avessi mai fatto. Nonostante siano stati solo ottanta centesimi, non sapete quanto mi sono pentito dell’acquisto.

iPhone App Store

Sia chiaro, l’applicazione (di cui non ricordo il nome purtroppo) funziona bene e svolge diligentemente il suo dovere. Mi sono accorto, però, che potevo replicare la sua funzionalità “in casa” senza spendere nessun centesimo addizionale, visto che faccio già uso di strumenti potenti e flessibili come Simplenote e Notational Velocity — di cui farò una recensione in futuro perché li ritengo fondamentali.

Per chi non li conoscesse: Simplenote permette la sincronizzazione di “note” tra i vari dispositivi iOS e il sito stesso, mentre Notational Velocity è un’applicazione per OS X che può essere collegata al database di Simplenote così da fornire un’esperienza migliore del sito per la gestione, la scrittura e la lettura delle note.

Ritornando in tema, perché mi sono pentito dell’acquisto? La risposta è semplice: basta creare una nota su Notational Velocity/Simplenote chiamata “Temp” (o qualunque nome vogliate) e incollarci il link. In seguito avviate Simplenote dal vostro iPhone/iPad, ricercate quella nota e copiate il link. Tre semplici passaggi al costo di zero Euro.

“Ma un’app dedicata è più veloce e immediata”, potreste controbattere. Non posso che essere d’accordo. C’è però da porsi una domanda: valuto davvero quei due secondi risparmiati abbastanza per giustificare 1) i soldi necessari per l’acquisto e 2) il disordine creato da *ancora* un’altra applicazione?

Non mi sento di dare una risposta univoca a questa domanda, ognuno sa da sé cosa è meglio per lui. Voglio solo invitarvi a riflettere e, prima di mettere mano al portafogli, valutare bene un acquisto cercando di capire se sia replicabile con gli strumenti che avete già a disposizione.