Maurizio parla molto spesso su questo blog di fotografia, reflex, lenti, e tutto ciò che ruota intorno al mondo di questa arte. La gran parte della popolazione, però, per volontà o per mancanza di tempo non si è mai potuta dedicare in modo approfondito allo studio della teoria e delle regole che sono alla base di questa passione e difficilmente riescono a fare scatti degni di nota.

JoshuaBrownItaly1

Una delle scuse che vengono tirate più in ballo è la mancanza di dotazione tecnica: "Eh, se avessi una DSLR/Reflex farei faville, ma ho la compatta!". È ovvio che un centometrista preferisca correre con scarpe adatte che a piedi nudi, ma siamo sicuri che potremmo fare tempi simili ai campioni se indossassimo anche noi le loro scarpe? Non credo proprio.

Detto ciò, c'è una frase ricorrente nel mondo della fotografia: "la migliore macchina [fotografica] è quella che hai sempre con te". Per un buon fotografo è più importante riuscire a cogliere l'attimo che avere il giusto set di lenti da utilizzare. L'iPhone 4 così, grazie alla sua buona fotocamera, permette di essere sempre pronti allo scatto anche nelle situazioni più impensabili, permettendo a chiunque — in ogni momento — di poter immortalare un ricordo.

C'è chi, però, non pensa che l'iPhone sia solo un ripiego alle DSLR. Il fotografo Joshua Brown nella sua vacanza a Firenze ha scelto di non portarsi dietro la sua consueta apparecchiatura ma solo il cellulare creato da Apple. I risultati, a essere riduttivi, sono straordinari. Joshua ha perfino creato un book con il risultato dei suoi sforzi e ne è venuto fuori veramente un buon lavoro. Lavoro che purtroppo mi costringe ad ammettere che, veramente, non è colpa della macchina fotografica se i miei scatti sono a mala pena decenti, anzi: l'iPhone 4 può essere il compagno ideale per un aspirante (ma anche già affermato) fotografo, ma niente può prescindere dalle conoscenze tecniche e dall'impegno profusovi.