Conosciamo tutti le qualità di OS X: stabilità, semplicità, presenza di un gran numero di belle applicazioni, e così via. Le liste dei motivi per passare a Mac sono varie, ma in tutte manca un punto: la possibilità di adattare la grafica del sistema operativo alle proprie esigenze. Non fraintendetemi, so benissimo che esistono applicazioni create per questo tipo di operazioni come Candybar, ma so anche che grazie alla ottima qualità del prodotto “base” è davvero difficile sentire il bisogno di migliorare qualcosa. Come dicevo, però, ci sono degli irriducibili della customizzazione e sono sicuro che Visage è un’applicazione che fa per loro.

Avvio Visage

Visage non è tra i software più noti — io stesso non ne avevo sentito parlare fino a poco tempo fa, e rientra tra le applicazioni mono-scopo, ovvero che hanno solo una funzionalità. Grazie ad essa è possibile modificare la pagina di login di OS X, quella che si presenta nel caso più utenti utilizzino lo stesso computer e che permette di scegliere con quale profilo effettuare l’accesso.

Schermata principale di Visage

Visto che per poter fare modifiche del genere sono richiesti i diritti di amministrazione e l’inserimento della relativa password, Visage non è un’applicazione che potete trovare nel Mac App Store. Invece, è possibile scaricarne una prova gratuita dal sito degli sviluppatori.

Fin dal primo avvio è palese la semplicità delle modifiche e delle opzioni; Visage non è affatto complesso da usare ma, anzi, fa dell’intuitività d’utilizzo un suo punto forte. I particolari modificabili sono il logo (per sostituire la mela grigia predefinita), il titolo della pagina, è possibile inserire un messaggio di benvenuto e anche sostituire interamente lo sfondo con uno a piacere.

Login modificato

Un dettaglio che ho molto apprezzato è che il pacchetto di installazione di Visage porta con se alcune immagini e loghi di prova, cosicché non c’è bisogno di scandagliare mezzo web per trovarne di adatti per testare il funzionamento del software.
Come sottolineato dal file di “README” compreso nel pacchetto, nel caso si voglia disinstallare Visage c’è bisogno, prima di trascinare l’icona dell’applicazione nel cestino, di ripristinare le condizioni iniziali della pagina login, in modo da evitare problemi e conflitti. La procedura è immediata in quanto richiede soltanto la pressione del tasto “defaults” della schermata principale.
Voglio invitarvi comunque a fare attenzione nell’utilizzo di un programma del genere: modificare file di sistema non è mai una pratica consigliabile, soprattutto ai meno esperti. Inoltre come potete vedere dall’immagine sottostante (la schermata di login non compare) Visage non è esente da errori e bug — anche se di solito basta un riavvio per risolverli.

Pagina login non funzionante

Una prova gratuita di Visage è scaricabile dal sito ufficiale e permette l’utilizzo del software per tre giorni (un po’ pochetti, a mio parere), mentre la versione finale costa 4,95$, poco più di tre Euro.