Nota: solo adesso mi accorgo che nei miei ultimi articoli su Saggiamente mancano tutti gli accenti. Ciò è dovuto ad una conversione (da markdown a HTML) durante il processo di pubblicazione, vi chiedo scusa per l'abbassamento della qualità.

---

"Belli i Mac, ma quanto costano cari! Sono solo per ricchi!". Chi non l'ha mai sentita?

Molte persone non capiscono (per ignoranza in materia, non stupidità) che puntare alla parte profittevole del mercato, che spesso combacia (ma non sempre!) con la più ricca, sia sinonimo di vendere prodotti costosi e sovrapprezzo. Il motivo per cui Apple non vende portatili da 259€ è perché ogni volta che aggiorna la linea toglie di produzione i vecchi e vende i nuovi allo stesso prezzo della precedente. Lo stesso ragionamento vale per l'iPhone.

Steve Jobs with MacBook Air 2

Sulla stessa linea sento molte persone dire: "Sì ma l'iPhone costa 700€, ho trovato un telefono della Samsung che fa le stesse cose per 200". La frase si commenta da sola. Ma è la frase di colui che di telefoni e computer ci capisce che mi irrita di più, frase del tipo "Io compro Android perché posso metterci tutte le app che voglio e posso inviare via Bluetooth le foto simpatiche ai miei amici e c'ho il widget del meteo nella homescreen". Cosa dovrebbe significare? Non compri l'iPhone perché non ha una sola funzione che in teoria un giorno userai forse una volta?

Ora, non voglio scatenare flame sulla bontà dei sistemi operativi mobili (e non, includiamoci anche OS X), voglio solo ragionare su un punto: ha senso nel 2011 continuare a valutare un software in base al numero di funzioni che ha, invece che giudicarlo tramite l'esperienza che fornisce?

L'iPad non legge penne USB. L'iPad non telefona. L'iPad non ha una fotocamera da 15MPx. L'iPad non ti trova l'oro se lo porti in Africa sopra una miniera. Ragioni valide, validissime. Ma quando vai a comprare una moto, magari una bella Yamaha R1, se ti lamenti col venditore perché il modello non ha un tettino che ti ripari dalla pioggia, con che occhi vieni guardato?

C'era un tempo (molti anni fa) in cui il numero di gigahertz del processore era un dato importantissimo in quanto condizionava direttamente le prestazioni e l'usabilità di un dispositivo. Così come lo spazio su disco o il numero di porte. Adesso l'unico vero appiglio rimane se ha un SSD o no.

Apple col tempo ci ha insegnato a valutare un prodotto e un ecosistema per l'esperienza che fornisce, non per il numero di funzioni che vanta. L'AppleTV è un bell'oggetto perché con un tasto può ricevere il video che quindici secondi prima ho girato sul mio iPhone, non perché legge più formati degli altri lettori DVD.

Sono disposto a pagare un sovrapprezzo per una serie di dispositivi che fanno poche cose ma che quando le fanno sai che, cascasse il mondo, funzionano. Non mi interessa più avere la possibilità di andare sulla luna, ma con solo lo 0,00001% di possibilità di riuscire nell'impresa.