Durante tutte e quattro le Developer Preview di Lion, non erano emerse novità circa il consueto video di benvenuto multilingue, italiano incluso, che accoglie gli utenti dopo l'installazione. Il video, infatti, era lo stesso presente in Leopard e Snow Leopard. Essendo una tradizione, ci si aspettava che comunque arrivasse quello apposito per Lion, verso il finire dello sviluppo. Invece, a sorpresa Apple ha proprio tolto del tutto il video di benvenuto, terminando così una simpatica e amichevole tradizione che ha accompagnato gli utenti Mac OS per tanti anni.

La tradizione era infatti partita con Mac OS 8, con il video che è rivedibile in qualsiasi momento grazie a YouTube. La creatività e la cura dei minimi dettagli di Apple erano ben visibili anche con queste introduzioni, quasi un modo del sistema operativo di volersi presentare all'utente, mettendolo sin da subito a proprio agio. In contrasto alle fredde schermate che accoglievano e accolgono gli utenti Windows (me incluso, dal momento che continuo a usare entrambi i sistemi), l'accoglienza del Mac appariva calda e incoraggiante come quella di un buon amico che ci dà il benvenuto in una nuova grande avventura. Mi mancherà questa bella tradizione, come penso che mancherà anche a molti dei lettori, soprattutto i più navigati. Al suo posto, in Lion, un breve filmato introduttivo sullo scrolling: sicuramente utile, ma ripensando al passato certamente una ondata di freddezza che appare quasi non da Apple. Fortunatamente, per molti utenti ciò che porta in dote il sistema riuscirà a compensare questo apparente irrigidimento iniziale.

Ecco un bel video trovato su YouTube che racchiude tutti i "Welcome Video" creati da Mac OS 8 fino a Leopard/Snow Leopard. Buona visione e chissà che a qualcuno non scappi pure una lacrimuccia, ripensando a vecchi tempi, sia in ambito Mac OS che non. Essendo piuttosto lunga la parte relativa a Mac OS 8, chi preferisce può saltare direttamente i primi 2 minuti e 46 secondi oppure, dopo una rapida occhiata, spostare il selettore temporale al punto 2:46.

(Per scrupolo, data la volubilità di WordPress con gli embed di video, metto anche il link per vederlo su YouTube, nel caso non fosse visibile qui nell'articolo: http://www.youtube.com/watch?v=egfaJMx7RWw)