Viene difficile pensare anche solo all'ipotesi di andare in un outlet e, tra i tanti negozi, di trovarci pure Apple e i suoi prodotti. A ben guardare, però, considerato come all'outlet si trovano marche, che fuori sarebbero piuttosto care, a prezzi molto più interessanti, nemmeno sorprenderebbe più di tanto vedere prodotti elettronici e soprattutto prodotti Apple. Probabilmente è proprio quello che stanno pensando in Cina, anche se non direttamente l'azienda di Cupertino. Ci sta pensando una delle sue più fedeli alleate: Foxconn.

L'azienda taiwanese è produttrice diretta di hardware Apple, tramite le sue numerose fabbriche in Cina, tristemente famose per vicende legate a condizioni lavorative disagevoli e conseguenti suicidi dei dipendenti. Insomma, dal produttore al consumatore, in maniera ancor più diretta rispetto all'Apple Store stesso. La controllata di Foxconn Cybermart ha infatti ottenuto il permesso da Cupertino per vendere i prodotti della mela morsicata, preparandosi a una vera e propria invasione del mercato cinese, con più di 500 negozi che si aggiungeranno ai 34 già esistenti, per un investimento complessivo di 1,6 miliardi di $. Cybermart si avvia così a diventare il più grande Apple Premium Reseller a livello mondiale, pur rimanendo solo nel territorio cinese. L'ipotesi più interessante che circola a tal proposito, avanzata anche dall'italiano ICTBusiness, è quella di creare non solo una grande rete di vendita per penetrare su tutto il territorio, ma anche di commercializzare i prodotti, presumibilmente di precedente generazione o di bassa gamma, con un prezzo d'attacco basso per farli diventare di largo consumo. Insomma, un vero e proprio outlet di Mac e iDevices.

Naturalmente, è impossibile pensare che in futuro Apple direttamente si vada a "sporcare le mani" portando il suo marchio direttamente negli outlet. Ma al tempo stesso probabilmente le prospettive che la mossa di Foxconn suscita staranno stuzzicando molto quelli di Cupertino, che se non avessero avuto interesse pur conoscendo le intenzioni di Foxconn non avrebbero concesso le necessarie autorizzazioni per la vendita di prodotti Apple a Cybermart. Se l'iniziativa avrà successo, non è poi così difficile pensare a uno sbarco di negozi simili negli outlet occidentali. In fondo, tutti i modi per poter risparmiare qualcosina sui prodotti che più piacciono sono sempre ben accetti.