Ormai tutti sappiamo cosa c'è dietro il www che digitiamo per andare su molti dei nostri siti preferiti (tra cui proprio www.saggiamente.com). WWW, tre lettere che nascondono la dicitura completa: World Wide Web. Un fedele compagno che da 20 anni ci porta a navigare tra i siti di questa ormai immensa e sconfinata rete mondiale quale è Internet. Proprio oggi, il 6 agosto, cade il suo ventennale.

Primi anni '90, CERN, Ginevra. Un ricercatore, Tim Berners-Lee, stava lavorando a una modalità facile ed efficiente di accesso a Internet che ne potesse aprire la portata a molteplici usi e a tutti gli utenti di un computer e di una linea telefonica. Da tempo si cercava una soluzione comune per l'accesso e la navigazione nell'ancora giovane Rete: svariate proposte, nessun accordo. Berners-Lee si procurò un computer della NeXT e iniziò a lavorare sui componenti che sarebbero stati alla base del suo progetto: un server web e un browser web, i primi di tutta la storia di Internet. Il 6 agosto 1991 raggiunse il suo obiettivo: era nato il World Wide Web e con esso una vera e propria rivoluzione digitale che di lì a poco avrebbe investito tutto il mondo. Probabilmente nemmeno Berners-Lee agli inizi si aspettava un tale successo della sua creatura, che nel 1994 trovò la sua consacrazione definitiva come primo standard web mediante la fondazione del World Wide Web Consortium o W3C. Tutti i nuovi standard web, compreso HTML5, sono curati dal W3C e da tutti i suoi membri, tra cui vi è anche Apple.

A proposito di Apple... O meglio, di Jobs. Il computer era della NeXT. E di chi era la NeXT? Proprio lui, Steve Jobs. Ora, di qui a dire che ha avuto un ruolo e cruciale attivo nella creazione del World Wide Web ce ne vuole, ma fa piacere pensare che nel piccolo di un computer prodotto dalla sua azienda di allora anche lui abbia in qualche modo partecipato a questo evento storico. Chiaramente, se non ci fosse stato un computer NeXT ci sarebbe stato qualcun altro: Apple, IBM o altre ancora. Ma è una curiosa coincidenza che comunque è piacevole da notare.

Ora il Web si sta avviando sempre più verso nuove sfide, grazie a HTML5 e al Web 2.0. Qui Jobs, stavolta tramite Apple, è più attivo nella costituzione di un importante futuro per la Rete che abbiamo conosciuto e apprezzato sino a oggi. Ma senza il grande lavoro di Tim Berners-Lee tutto questo non si sarebbe potuto avverare, o sarebbe arrivato con molti più anni di ritardo. Tanti auguri World Wide Web, insieme verso un mondo sempre più connesso e sempre più globale.