Tra gli svariati rilasci in Beta effettuati da Apple nelle scorse ore, vi sono anche novità relative alla transizione da MobileMe a iCloud. Per gli sviluppatori iscritti, infatti, è ora possibile passare al nuovo servizio tramite una procedura guidata, provando così in anteprima ciò che tutti gli altri utenti MobileMe dovranno affrontare a partire dal prossimo autunno.

La procedura è piuttosto semplice, neanche da starla a descrivere: è composta essenzialmente da una serie di Next da premere tra i vari passaggi della migrazione. Si è avvisati dei servizi MobileMe che è possibile ancora utilizzare fino al 30 giugno 2012, come iWeb e iDisk e dei servizi che invece vengono cessati seduta stante, come la sincronizzazione di vari elementi come i widget della Dashboard, gli account di posta, portachiavi e altri ancora. Si viene avvisati, inoltre, di aggiornare tutti i propri dispositivi, iDevices, Mac e PC, in modo che abbiano gli elementi necessari per sfruttare iCloud. Nel caso degli iDevices è necessario iOS 5 Beta 5; per chi ha Lion, invece, ci vuole l'aggiornamento 10.7.2 e il pannello opzionale per Preferenze di Sistema; per gli utenti PC è prevista una applet per il Pannello di Controllo, con Windows Vista come requisito minimo più Outlook per altri servizi a esso correlabili.

La cosa più positiva della migrazione è che al termine del passaggio sarà possibile avere, oltre ai 5 GB standard di iCloud, anche i 20 GB previsti da MobileMe. Un regalo a scadenza, però: il 30 giugno 2012, con MobileMe, cesseranno anche questi 20 GB gratuiti, a meno di non acquistare l'apposita estensione di spazio. Per chi volesse iniziare già ora la migrazione è possibile farlo all'indirizzo http://www.mobileme.com/move. Come già scritto vale solo per gli sviluppatori iscritti all'apposita Beta, mentre gli account non-sviluppatori non saranno accettati. Per essi la migrazione entrerà nel vivo solo in autunno.