Qualche tempo fa Razziatore ha segnalato l'annuncio da parte di Facebook dell'imminente rilascio di Facebook Messenger, una loro applicazione per iOS (e Android) dedicata esclusivamente alla messaggistica istantanea e che usa il protocollo proprietario del social network.

Come giustamente fa notare Razziatore, Facebook Messenger sarà un grosso pericolo per iMessage, il servizio che Apple lancerà tra poche settimane in concomitanza con l'uscita di iOS 5. Le scelte dei due concorrenti sono ben diverse: mentre iMessage è un servizio proprietario utilizzabile solo tramite dispositivi Apple, Facebook Messenger sarà praticamente disponibile per tutti coloro che posseggono uno smartphone o un tablet.

Schermata 08 2455799 alle 13 22 44

Con delle premesse del genere è facile prevedere un futuro amaro per iMessage e uno roseo per Facebook Messenger, in fondo tutti hanno un account su Facebook e presto possederanno un cellulare dotato di connessione a internet. Apple ha sì delle ottime percentuali nel mercato della telefonia (picchi del 30%), ma comunque nettamente inferiori ai numeri di Android.

Un articolo di Benjamin Brooks però è stato capace di farmi cambiare idea a riguardo. Il fulcro del suo ragionamento è: sì, Facebook è usato da tutti, ma comunque per chattare con qualcuno devi aprire un'app dedicata, sperare che il contatto sia in linea, avere una connessione internet, sperare che in quel momento la connessione funzioni, sapere se l'amico ha uno smartphone, sapere se l'amico ha internet, sperare che in quel momento la connessione dell'amico funzioni, e così via. iMessage, invece, è invisibile: apri l'app "Messaggi", scrivi, e invii. Se tutto va bene le tue parole vengono trasmesse tramite internet e gratuitamente, altrimenti tramite SMS. Ma in entrambi i casi arrivano al destinatario.

Facebook Messenger probabilmente non sarà un concorrente di iMessage, quanto più un servizio aggiuntivo. Nonostante i tanti vantaggi infatti non ha l'integrazione e la trasparenza della soluzione di Apple, quindi i due servizi giocano su due piani diversi e oserei dire indipendenti.

Come scrissi tempo fa l'unico vero concorrente di iMessage sarà (se sviluppata) una soluzione simile ma creata da Google, in quanto solo questa godrebbe degli stessi vantaggi del servizio di Apple. A meno che Google non decida di integrare direttamente Facebook Messenger in Android, ma dati i rapporti non idilliaci tra le due aziende l'ipotesi è piuttosto remota.