Nella recensione di OS X Lion Maurizio aveva affrontato i vari aspetti di Mission Control sottolineando come, pur rappresentando un miglioramento complessivo per l'usabilità rispetto a Exposé e Spaces, avesse diversi ambiti in cui migliorare, in particolare nel riordinare e rinominare i vari Spaces come si poteva fare nella precedente implementazione. Queste mancanze sono state sentite da molti utilizzatori di Spaces, che Apple sembra aver finalmente ascoltato, almeno in parte.

Come viene riportato sul forum di Macrumors, un utente che ha installato la più recente build di test, la 11C37, di OS X 10.7.2 ha trovato in Mission Control la possibilità di sistemare i vari Spaces nell'ordine che più si preferisce:

Finalmente puoi cliccare, tenere premuto, trascinare e riordinare gli Spaces all'interno di Mission Control

Dio solo sa perché caspita ciò non era disponibile sin dall'inizio, ma come si suol dire, meglio tardi che mai.

(Nota del razziatore: la traduzione più corretta dall'inglese dove ho messo "caspita" sarebbe stata decisamente più colorita, per questo ho scelto un termine più soft)

L'utente non si risparmia in dettagli, specificando come funziona il riordinamento degli Spaces. Quando si cambia l'ordine, Mission Control ridenomina automaticamente gli Spaces spostati per farli coincidere con la loro nuova posizione. Se, ad esempio, si ha:

Desktop 1 - Desktop 2 - Desktop 3 - Mail a tutto schermo

spostando il Desktop 3 in seconda posizione esso viene rinominato Desktop 2 e viceversa l'ex-Desktop 2 diventa il Desktop 3. L'unico desktop che non si può spostare rimane, ovviamente, il primo, quello principale. Tutto questo rimane però il reportage di un singolo utente: servirebbero altri pareri, di persone che hanno installato la 11C37 scaricandola dal Mac Developer Program, per capire se è vera o meno. Rimane comunque il fatto che non sono rinominabili liberamente dall'utente, magari è destinata a fare capolino nelle prossime build.

Apple sta dunque prendendo consapevolezza dei piccoli e grandi bug da sistemare in Lion, preparandosi a fornire con la 10.7.2 un prodotto davvero solido per tutti. L'attesa, però, sarà ancora lunghetta: il rilascio sembra essere destinato ad arrivare insieme alla versione pubblica e definitiva di iCloud o al massimo poco prima.