Navigando sul web, giorni fa sono incappato in una notizia interessante: la pubblicazione di due nuovi brevetti registrati da parte di Apple riguardanti la possibilità di stampare da Mac e iDevices senza installare i driver delle stampanti. Ciò non mi ha colpito più di tanto. Mi è sembrata l'ennesima dimostrazione di quanto possa essere grande la caparbietà di Apple nell'imporre a se stessa nuove direzioni di marcia per il proprio futuro. Dopo la morte del lettore floppy avvenuta dieci anni fa e la lenta agonia del superdrive a cui stiamo oggigiorno assistendo, ecco che si intravede per i Mac un futuro senza driver per le stampanti. Certo si parla solo di brevetti e non è detto che questi un giorno possano essere davvero impiegati. D'altronde Apple ha da pochi mesi introdotto AirPlay che, nonostante non stia avendo una buona diffusione, è ancora troppo giovane per essere etichettato come un fallimento.

Dopo un po' questa notizia mi ha però fatto ricordare i miei primissimi giorni da utente Mac. In quel periodo portavo a termine la fase di transizione da Windows che quasi tutti voi hanno affrontato. In particolare, mi preoccupavo di trovare soluzioni che mi consentissero di proseguire senza troppi traumi le attività di tutti i giorni. Le noie maggiori mi furono date da un vecchio scanner Hp che inizialmente pensavo fosse compatibile con Mac ma di cui non riuscii a trovare il driver. Maledetti driver. Chi non ha avuto almeno una volta un problema di questo tipo? Insomma, nessun driver… nessuna speranza. Avevo da poco “bruciato” una borsa di studio nell'acquisto di un Macbook Pro e non potevo proprio spendere altri soldi per acquistare uno scanner nuovo. La cosa tra l'altro sarebbe stata assurda, poiché lo scanner che avevo (e ho) era perfettamente funzionante! Fu proprio allora che scoprii SANE.

sane

SANE, acronimo di Scanner Access Now Easy, è una API, cioè un'interfaccia di programmazione di applicazione, che mira a standardizzare e semplificare lo scambio dati tra computer e scanner.

In luogo dei driver basati sull'API TWAIN (e cioè quelli a cui siamo abituati), SANE fa uso di frontends e backends. I primi sono le applicazioni che utilizzano lo scanner (e quindi sono diversi per ogni sistema operativo), i secondi sono dei veri e propri driver, sebbene diversi da quelli TWAIN. La differenza sta nel fatto che un backend creato per uno scanner è uguale per ogni frontend. Ecco un esempio di come ciò funzioni: se un'azienda produce cinque modelli di scanner e vuole che questi funzionino con Windows, OS X e Linux, deve scrivere quindici driver (tre per ogni scanner). Ma raramente accade che una periferica funzioni con tutti e tre i principali sistemi operativi, e a farne le spese sono sempre i meno diffusi. Con SANE invece dei quindici driver vanno scritti tre frontends e solo cinque backends poiché, come ho detto, ogni backend funziona indistintamente con ognuno dei frontends. Questa tecnologia è nata per semplificare la comunicazione tra scanner e computer in rete, ma possiamo anche sfruttarla per utilizzare hardware per il quale non è reperibile un driver, oppure che risulta ormai obsoleto e non più supportato (come nel mio caso). Ovviamente è necessario il backend apposito, ma SANE è opensource e ciò ha permesso la creazione di una notevole quantità di backends. La lista degli scanner supportati è disponibile qui.

Per usufruire di SANE, gli utenti Mac devono scaricare e installare, rigorosamente nell'ordine, questi quattro pacchetti:

Terminate le installazioni, lo scanner viene regolarmente riconosciuto da Acquisizione Immagine, come se fosse una normale periferica TWAIN (appare nell'elenco dei dispositivi con il nome di "Sane") e come tale è utilizzabile.

saned

Nel caso in cui il backend dello scanner non fosse attivato, è possibile farlo mediante il pannello delle preferenze che abbiamo installato. Sempre mediante tale pannello è possibile attivare la condivisione in rete dello scanner utilizzando SANE.

Per chi volesse, altri frontends sono elencati qui (tra questi figura anche OpenOffice.org).

Insomma, SANE ha rappresentato la soluzione al mio problema e potrebbe fare anche al vostro caso se vi trovate in condizioni simili alle mie oppure se avete solo voglia di rispolverare un vecchio scanner. Credo che non sia ammissibile che l'upgrade ad un computer migliore debba necessariamente comportare l'aggiornamento di ogni periferica hardware. Qualcosa può anche restare indietro…