Come era stato ampiamente previsto su queste pagine oggi, 24 agosto, Sony e Nikon hanno sfoderato interessanti novità nel campo fotografico. Ma se Sony ha confermato in tutto e per tutto le indiscrezioni, Nikon delude molto i professionisti che attendevano con trepidante attesa l'erede della Full Frame D700. Ma non tutte le speranze sono perdute, in pochissime settimane, quasi sicuramente entro settembre, Nikon ha in serbo ulteriori novità: che sia finalmente la volta buona?

Da Sony arrivano la nuova NEX-5N che raccoglie i successi della precedente NEX-5 (recensione) e propone interessanti novità. La risoluzione è ora di 16 MPixel e la sensibilità ISO è stata estesa su entrambi i lati, passando da 200-12.800 a 100-25.600 ISO. Dimensioni e struttura rimangono praticamente invariate, seppure il design risulti ora più morbido e gradevole, ma il corpo guadagna la robustezza della lega di magnesio anche nella parte superiore. Novità anche per lo schermo che diventa touchscreen (e senza perdere i precedenti controlli fisici) e per la modalità video che ora regala un FullHD a 50/25p con possibilità di fuoco e controllo esposimetrico manuale. La velocità di scatto in sequenza aumenta di 3fps e si attesta sull'ottimo valore di 10fps, anche grazie ad un rinnovato controllo elettronico sulla prima tendina. Il prezzo previsto con l'obiettivo in kit 18-55 è di $699 con disponibilità per settembre 2011. Da segnalare il nuovo mirino opzionale e l'adattatore LA-EA2 che permette di utilizzare la messa a fuoco per rilevamento di fase sugli obiettivi collegati.

sony-nex7

La vera novità per le mirrorless è però l'attesa NEX-7 che porta ancora più avanti le possibilità offerte da questi piccoli corpi APS-C. Troviamo infatti un nuovo sensore da ben 24.3 MPixel con un range di ISO da 100 a 16.000 (25.600 in JPG), la più veloce risposta per la messa a fuoco e scatto (0,02 sec), un mirino elettronico da 2.4MPixel, 10fps e video FullHD 50/25p. Il corpo è sempre in lega di magnesio e sfoggia anche un nuovo controllo trinavi che, con tre ghiere, rende le impostazioni avanzata velocissime. Probabilmente è la più completa e potente mirrorless esistente sul mercato. È attesa per novembre 2011 con il prezzo del corpo di $1199 e di $1139 con obiettivo standard in kit. Per la serie NEX ci sono anche nuovi obiettivi:

  • Carl Zeiss Sonnar T* E 24mm F1.8 ZA
  • E 50mm F1.8 OSS
  • E 55-210mm F4.5-6.3 OSS

sony-a77-a65

Lo stesso sensore si trova anche su due altre camere, le DSLT A77 e A65. Entrambe confermano il successo della della tecnologia translucent mirror, la cui migliore incarnazione era prima la A55 (recensione), ma la prima si propone ora anche ai professionisti con alcune caratteristiche come il corpo in lega di magnesio. Tra le due la a65 è una naturale evoluzione mentre è la a77 la novità più interessante perché si posiziona su un gradino superiore andando a sostituire la A700 e denotando come ormai Sony punti anche per i Pro sulla tecnologia translucent mirror. Il difetto più grosso, ovvero la mancanza del mirino ottico, è stato compensato con un EVF enorme, praticamente identico per dimensioni a quello della fullframe A900, con una buona risoluzione di 2.4Mpixel ed una frequenza notevole. Inoltre il display propone un sistema a tre vie mai visto prima, che dovrebbe permettere di posizionarlo in modo molto più flessibile del classico perno inferiore già visto negli altri modelli.

Sony A77

Confermate le caratteristiche peculiari della serie, tra cui il GPS integrato, ma migliorano, tra le altre cose, la velocità a raffica (12fps) e l'AF (ora a 19 punti). Confermato anche il nuovo obiettivo DT 16-50mm F2.8 SSM.

Come già preannunciato sono molto meno interessanti le novità di Nikon, la quale oltre ad una serie di nuove compatte che rinnovano la serie Coolpix (S1200pj, S8200, S6200, S100 e la rugged AW100), presenta esclusivamente la P7100, evoluzione della p7000. Questa compatta prosumer si posiziona nel segmento in cui per anni ha regnato la serie G di Canon e regala novità solo secondarie.

nikon p7100

Al di là di alcuni lifting esterni che la rendono decisamente più gradevole ed anche più pratica da utilizzare per la disposizione della ghiera frontale, rimane lo stesso sensore CCD da 1/1,7", medesima risoluzione da 10MPixel ed ottica equiv. 28-200mm. Il Display è forse più interessante essendo di tipo estraibile: non ribaltabile come quello della Canon G12 ma con una migliore risoluzione di 921.000 punti. A quanto pare le migliori sopresa di questa camera sono da ricercare nella rinnovata velocità dell'AF, delle operazioni nei menu e della scrittura dei file .RAW, nonché della riduzione del disturbo. Disponibilità settembre 2011 e prezzo di circa $500.

08-P7100_top_lo-B

L'unica spiegazione, escludendo che le novità Nikon per l'autunno siano solo queste, è che si sia cercato di concentrare i comunicati stampa in due diverse aree, prima le compatte e poi le reflex. Per questo motivo rimane la speranza per questo secondo rilascio previsto in settembre. C'è in ballo però anche la nuova sub-reflex del marchio, speriamo che questa non prenda il sopravvento sulla più importante erede della D700.