La modalità a schermo pieno (full-screen) introdotta da Lion è un'ottima occasione per ripensare i browser, come suggerisce Henrik Eneroth måndag. Se avete un Apple Cinema Display — o comunque un monitor di dimensioni "grandicelle" — noterete che l'attivazione di questa modalità comporta dei sacrifici in usabilità.

Schermata 08 2455785 alle 19 08 34

In teoria il cambiamento è ridotto, in fondo l'interfaccia delle applicazioni (in questo caso Safari) viene solamente allungata senza perdita di informazione o peggioramenti estetici. La domanda, però, è: perché non sfruttare al meglio tutto quello spazio?

Ben presto si capisce che il cambiamento non può essere minimo ma c'è bisogno di ripensare completamente le applicazioni. Henrik parla in particolare dei browser, e io vi farò lo stesso.

Internet — e i browser — risalgono ad un'era in cui gli schermi disponibili erano piccolissimi. Le pagine web si portano dietro quest'eredità, comunemente sono infatti strette ma lunghe, ovvero preferiscono aggiungere informazioni verticalmente che orizzontalmente.

Mentre è difficile cambiare tutte le pagine internet, risulta più semplice modificare i browser stessi. Un semplice "trasporto" degli elementi dell'interfaccia dalla parte superiore alla pagina visualizzata alla sinistra (o destra) ha tre effetti pregevoli: libera spazio verticale regalandolo al contenuto, sfrutta in modo migliore la grandezza dei display, permette di offrire più informazioni.

0 Left hand tabs

Nel mockup le schede di navigazione sono spostate sulla sinistra. Grazie a questa modifica è possibile, come detto, mostrare più informazioni riguardo i siti aperti tra cui delle notifiche — prendendo anche spunto dal badge che appare nella homescreen di iOS.

Lo spostamento prelude ad una gestione migliorata dei tab: in questo modo lo spazio loro dedicato è maggiore, funzioni come il raggruppamento delle schede (Firefox) possono essere potenziate e semplificate.

Schermata 08 2455785 alle 19 01 37

Ai lettori più fedeli di SaggiaMente questo articolo provocherà un forte senso di déjà vu, e a ragione: qualche mese fa Maurizio assieme a Dario Crisafulli propose un redesign di Safari 6 che sfruttava queste idee:

Safari6 saggiamente tab

… e ne aggiungeva altre, come un pop-over in stile iOS per visualizzare i download:

Safari6 download saggiamente

Col senno di poi si può vedere come non ci siano andati tanto lontani, il pop-over è stato davvero implementato nell'ultima versione di Safari (segno che Apple legge SaggiaMente? Direi di no, ma è bello anche solo pensarlo scherzosamente). Le altre modifiche, come la barra degli indirizzi unificata al campo di ricerca e le schede laterali non sono ancora presenti, ma il consenso (e il sempre maggiore numero di mockup e ricerche) sembra spingere verso queste scelte.

C'è da dire che queste modifiche in quanto realizzate senza studi e prove pratiche con degli utenti non possono essere considerate più di quello che sono, ovvero "belle immagini"; ma non per questo devono essere trascurate o peggio ancora ignorate. C'è da sperare solo che qualcuno nei team di sviluppatori dietro ai browser cominci a pensare seriamente a questo tipo di cambiamenti senza lasciarsi frenare dalla paura di un fallimento.

Cambiamenti del genere potrebbero anche solo essere riservati alle versioni full-screen delle applicazioni, un po' per mitigare il periodo di transazione, un po' per sfruttare tutte le potenzialità del sistema operativo. Esistono già software che presentano due diverse interfacce grafiche all'occorrenza, vedi Reeder, e possiamo solo che augurarci che anche le altre seguano questa strada.