Qualche giorno fa Canon ha presentato l'erede della famosa S95, una delle più piccole compatte prosumer del mercato. Si chiama S100 e si differenzia per un accenno di impugnatura sia sul fronte che sul retro al fine di compensare l'aspetto più criticato del precedente modello:

s100

Il nuovo sensore CMOS è stato realizzato direttamente da Canon e rimane un 1/1.7 con la risoluzione di 12MPixel. Secondo l'azienda il livello di rumore rispetto la S95 è drasticamente calato a meno di 1/4. Per questo motivo la camera ha un range ISO piuttosto esteso che raggiunge i 6400. Come sempre disponibili tutti i controlli manuali, con un nuovo tasto di accesso diretto per la registrazione video FullHD, abbiamo poi lo scatto in formato RAW e il GPS per georeferenziare le nostre foto.

Variazione di rilievo quella sull'ottica, che rimane molto luminosa ma guadagna una maggiore estensione su entrambi gli estremi, con il grandangolo che da 28mm (equiv.) scende a 24mm f/2.0 ed uno zoom 5x che le permette di raggiungere in tele i 120mm f/5.9. La s100 sarà disponibile da novembre con un prezzo di circa 450€ e ha tutte le carte in regola per essere una delle migliori del proprio segmento.

Intanto ci avviciniamo al 22 settembre, data in cui Canon ha in serbo un evento "pro". Non si sa ancora quale sarà l'argomento ma molti sperano che venga svecchiata la 7D, oppure che venga presentata la 5D Mark III. Teoricamente però è da tempo che Canon aspetta di fare un annuncio importante nel settore stampanti, per cui potremmo anche rimanere un po' tutti delusi sul fronte DSLR. Continuiamo comunque a nutrire la speranza di essere stupiti.