Siamo abituati a vedere sulla home page del sito Apple i soliti prezzi "strategici": 599 €, 949 €, 1.199 €, ecc...

Da stamattina, invece, lo scenario è cambiato e ci troviamo di fronte a prezzi decisamente "strani", come i 170,40 € dell'iPod nano o i 1.158,58 € per l'iMac base. Il motivo già lo sapete: l'aumento dell'aliquota IVA dal 20% al 21%, che scatta proprio da questa mattina.

apple-store

Vediamo dunque come sono variati tutti i prezzi dei principali prodotti confrontandoli con quelli precedenti al cambio di aliquota.

iPad 2

16 GB Wi-Fi: 479 € -> 483 €
32 GB Wi-Fi: 579 € -> 583,83 €
64 GB Wi-Fi:
679 € -> 684,65 €

16 GB 3G: 599 € -> 604 €
32 GB 3G:
699 € -> 704,83 €
64 GB 3G:
799 € -> 805,65 €

iPhone

3GS 8 GB: 539 € -> 543,50 €
4 16 GB:
659 € -> 664,50 €
4 32 GB:
779 € -> 785,50 €

iPod shuffle

55 € -> 55,45 €

iPod nano

8 GB: 169 € -> 170,40 €
16 GB:
199 € -> 200,65 €

iPod touch

8 GB: 239 € -> 241 €
32 GB:
309 € -> 311,58 €
64 GB:
409 € -> 412,40 €

iPod classic

247 € -> 249,05 €

Apple TV

119 € -> 120 €

MacBook Air

11"

64 GB: 949 € -> 956,90 €
128 GB:
1.149 € -> 1.158, 58 €

13"

128 GB: 1.249 € -> 1.259,40 €
256 GB:  
1.499 € -> 1.511,50 €

MacBook Pro

13"

i5 2,3 GHz: 1.149 € -> 1.158,58 €
i7 2,7 GHz:
1.449 € -> 1.461,08 €

15"

i7 quad 2 GHz: 1.749 € -> 1.763,58 €
i7 quad 2,2 GHz: 2.149 € -> 2.166,90 €

17"

i7 quad 2,2 GHz: 2.499 € -> 2.519,83 €

Mac mini

i5 2,3 GHz: 599 € -> 604 €
i5 2,5 GHz+Radeon:
799 € -> 805,65 €

Server: 999 € -> 1.007,33 €

iMac

21,5"

Core i5 2,5 GHz: 1.149 € -> 1.158,58 €
Core i5 2,7 GHz:
1.449 € -> 1.461,08 €

27"

Core i5 2,7 GHz: 1.649 € -> 1.662,75 €
Core i5 3,1 GHz: 1.899 € -> 1.914,83 €

Mac Pro

Quad core: 2.399 € -> 2.419 €
8-core:
3.399 € -> 3.427,33 €
12-core:
4.899 € -> 4.939,83 €

Server: 2.899 € -> 2.923,15 €

Gli aumenti spaziano dai pochi centesimi dell'iPod shuffle ai quasi 40 € del Mac Pro 12-core, dunque. La formula adottata per il ricalcolo dei prezzi è la seguente: prezzo precedente/1,2*1,21, dove 1,2 rappresenta la vecchia IVA da togliere e 1,21 la nuova da aggiungere. Naturalmente, ci saranno discussioni sul fatto che Apple avrebbe potuto ricalcolare leggermente al ribasso l'imponibile in modo da tenere i prezzi uguali a quelli con la vecchia aliquota, ma in tutta onestà nessuno si sarebbe aspettato una mossa del genere. Del resto l'avevamo visto già in occasione della tassa SIAE: tutto ricade sul consumatore finale. Perlomeno, magra consolazione, Apple non ha arrotondato i prezzi ed ha applicato alla lettera con tanto di centesimi. Prezzi "strani", ma fiscalmente corretti.