L'ormai infinita bagarre tra Apple e Samsung si compone non solo di avvocati, ma anche di fatti piuttosto buffi. Quello di oggi ce lo offre Daring Fireball. Osserviamo attentamente l'immagine qui sotto del Samsung Galaxy Player 5.0, in particolare la schermata dell'app di mappe in esecuzione: non ci ricorda qualcosa?

Non ricorda proprio nulla nulla? Allora andiamoci a rinfrescare un po' la memoria dall'album Flickr di Laura Scott:

L'immagine è risalente al 2008. Insomma, sembra che Samsung sia riuscita nell'impresa che sembrava impossibile: portare applicazioni per iOS su Android! Almeno nelle immagini ufficiali dei prodotti. Come si può vedere, infatti, se l'app è evidentemente Mappe di iOS, nell'immagine di Samsung la barra superiore è quella tipica del sistema operativo di Google.

Ad aggiungere ancor più pepe alla vicenda, vi è la licenza Creative Commons della foto originale. Non vi sono problemi nel riadattarsela a proprio uso e consumo, ma non è concesso farlo a fini commerciali, come Samsung ha fatto, ed è necessario attribuire in modo chiaro la paternità dell'opera originaria, come Samsung non ha fatto. Insomma, c'erano buone possibilità affinché Laura Scott potesse trarre qualche gruzzolo in tribunale, dato che la licenza Creative Commons è legalmente valida a tutti gli effetti.

Casualmente, l'immagine sul sito Samsung non c'è più, ma ormai ha fatto il giro del mondo e la si ritrova ovunque. Che dire, si sapeva come amassero ispirarsi ai prodotti Apple, ma non si credeva arrivassero fino a tal punto. Forse è bene che la prossima volta il reparto addetto ai materiali promozionali stia un po' più attento?