Sono un musicista da ormai 24 anni e un avido lettore da qualcuno in più, ma sono anche un appassionato di tecnologia e ogni tanto soffro di insonnia. Un bel mix che mi ha portato a provare un prodotto della IK Multimedia, di cui oggi voglio parlarvi: iKlip.

In quanto musicista poliedrico (nel senso che suono malaccio un po' tutti i generi nei quali mi cimento) mi trovo ad avere una montagna di spartiti sparsi per casa, per non parlare dei libri di teoria, alcuni sono dei veri e propri tomi. Qualche annetto fa ho iniziato a scannerizzare tutto il materiale in mio possesso usando il portatile come leggio elettronico ma il risultato lascia un po' a desiderare. Per avere un formato di pagina utile tocca ruotare il Mac di 90° con conseguenti preoccupazioni ad ogni minimo urto. Da tempo quindi sono passato ad usare l'iPad appoggiato ad un leggio: il risultato non è male anche se la stabilità non è garantita. Mi sono messo quindi alla ricerca di uno strumento che mi garantisse maggiormente da quel punto di vista e che fosse riutilizzabile anche in altri ambiti, quali ad esempio la lettura. Ho vagliato tramite Internet tante possibilità e alla fine quella risultata più funzionale oltre che economica è l'iKlip.

Si tratta di un supporto in termoplastica nera per iPad/iPad 2 da agganciare ad un'asta microfonica. È estremamente robusto ma anche leggero, dall'aspetto accattivante e molto pratico. La ditta italiana che lo ha ideato è IK Multimedia, nota per la serie di prodotti iRig, Amplitube e Groove Maker. La scatola contiene il supporto, diviso in tre pezzi, ed un piccolo foglietto con le istruzioni di montaggio. Una volta montati i pezzi tramite una vite e due manopole si può agganciare l'iKlip all'asta attraverso un foro passante. L'iPad sarà poi inserito nel supporto tramite delle guide che lo terranno in posizione. iKlip è nato con la prima versione dell'iPad; dopo l'uscita dell'iPad 2 hanno inserito nelle confezioni 4 adattatori da incastrare nel supporto, acquistabili a parte per chi l'ha acquistato prima dell'introduzione della seconda versione del tablet Apple.

Essendo smontabile possiamo portarcelo in giro senza il rischio di rovinarlo (attenzione però ai clip aggiuntivi per iPad 2, i quali hanno la tendenza a sganciarsi). Una volta inserito l'iPad avremo accesso a tutte le porte e tasti e questo è un fattore vitale soprattutto quando lo useremo in congiunzione con un registratore portatile (seguirà apposito articolo). La cosa però più comoda in assoluto è l'adattabilità di questo prodotto: potete agganciarlo ad un'asta per microfono, in qualunque punto, sia la parte verticale che quella snodabile, si adatta anche ai comuni leggii in metallo. Può ritornare utile anche se avete una barra porta attrezzi in cucina e vostra moglie vuole usare l'iPad come ricettario elettronico. Insomma, le configurazioni possibili sono tante ma quella che più mi ha spinto all'acquisto è la possibilità di leggere i libri a letto senza doverli tenere in mano.

Dopo i lati positivi, bisogna però parlare dei problemi: solo tre lati sono chiusi quindi se montate il supporto al contrario con ogni probabilità vi ritroverete nella spasmodica ricerca di un colpevole. In questo caso la colpa sarebbe sicuramente nostra, ma sinceramente non capisco perché non si sia adottata una forma che permettesse si vincolare l'iPad da tutti e quattro i lati; inoltre un sottile strato di gomma avrebbe reso più difficile lo scivolamento del nostro prezioso tablet. Altre due note negative sono le manopole e l'orientamento. Le prime sono oggettivamente troppo scomode. Sono belle da vedere, ben raccordate con la struttura del supporto ma ergonomicamente poco valide perché difficili da impugnare (le scanalature sono poco profonde e non simmetriche) e sono "incastonate" in modo da non poter far abbastanza forza per stringere come si deve. Il risultato finale è che mi sono fatto male alle mani, ho dovuto usare uno straccio per far presa e ora ho timore a smontarlo. Spero che IK Multimedia in futuro rimedi cambiando le manopole. L'ultima pecca riguarda l'orientamento: i gradi di libertà sono solo due, supponendo di avere l'iPad davanti a noi possiamo ruotarlo verso l'alto, il basso e lateralmente. Tuttavia non possiamo cambiare l'orientamento da portrait a landscape se non svitando completamente il supporto usando un cacciavite. Un sistema a molla come quelli che si vendono per i supporti da auto sarebbe stato decisamente più comodo, anche se forse avrebbe inficiato la robustezza.

Conclusioni
Non posso dirmi totalmente soddisfatto dell'acquisto per le sovraesposte pecche ma sono convinto che sia di gran lunga il compromesso migliore per chi vuole un prodotto solo da usare per l'archivio di spartiti, per l'utilizzo di programmi musicali live e per leggere libri.

Costi
Il costo è ragionevole, dai 30 ai 40 €. Io l'ho pagato 37 spedito. Chi ha acquistato l'iKlip prima dell'arrivo dell'iPad 2 può prendere a parte gli adattatori, al costo di 7,99 €.

PRO
 Leggero e resistente
 Adatto a molti impieghi
 Per iPad 1 e 2 (tramite adattatori)
 Facilmente smontabile in caso di trasporto (ma attenzione agli adattatori)
 Le porte e i pulsanti dell'iPad sono sempre accessibili
 Prezzo ragionevole

CONTRO
 Non è chiuso su 4 lati e l'iPad rischia di cadere
 Le manopole sono molto difficili da stringere
 Da landscape a portrait solo svitando con il cacciavite a stella