Per tenersi buona una squadra, è normale premiarla quando ottiene ottimi risultati. Ciò vale anche per Apple e per il suo nuovo "capitano" Tim Cook. E il premio che ha elargito ai più fidati membri del suo team, infatti, è di quelli grossi, come riporta 9 to 5 Mac.

Tutte le persone che vedete in questa foto, ad eccezione di Eddy Cue e di Jonathan Ive, hanno ricevuto ben 150.000 azioni Apple, con la prerogativa di restare in azienda almeno sino al 2016. Ed è una prerogativa piuttosto convincente, vista l'opportunità di avere a quella data 60 milioni di $, naturalmente sempre se nel 2016 le azioni Apple manterranno lo stesso vigore di oggi. Tutti riceveranno la prima parte di azioni il 21 giugno 2013, per poi concludere il tutto il 21 marzo di tre anni dopo. Eddy Cue fa, invece, eccezione con "appena" 100.000 azioni, che riceverà in parte il 21 settembre 2014 e poi il rimanente esattamente due anni dopo.

L'altra eccezione è Jonathan Ive: nessun nuovo bonus per lui. Nonostante, a quanto si dice, Jobs gli abbia lasciato un potere in Apple pari a nessun altro, non ha ricevuto azioni, stavolta. Tuttavia, è anche possibile che questa eredità manageriale lasciatagli da Steve sia tale da poter ottenere benefici senza che Cook necessiti di elargirgli bonus. Per chi si chiedesse se magari gli sono stati concessi sottobanco, non è possibile: questi movimenti di azioni vanno notificati alla SEC, che è l'organo di vigilanza sulle società quotate in Borsa, equivalente americano della CONSOB italiana. Dunque è chiaro che se Ive non ha avuto nulla da dire a riguardo significa che si premierà in altro modo. In ogni caso, l'importante per Apple è che la squadra sia unita e al completo, per continuare il cammino fatto sino ad oggi.