AirPlay consente lo streaming di contenuti in wireless da iPad, iPhone e iPod touch verso la Apple TV di seconda generazione. Fino ad oggi, però, il Mac è rimasto sempre fuori dalla lista, nonostante ci siano stati rumors, al momento non avveratisi, di un arrivo di AirPlay anche sui computer Apple. In attesa che ciò prima o poi avvenga, però, è possibile sfruttare delle applicazioni di terze parti che consentono di farlo. Quella segnalataci via email dal lettore kead e di cui parliamo stasera è Beamer.

Il funzionamento di Beamer è fin troppo semplice: una volta associata l'applicazione alla Apple TV, basterà fare il drag'n'drop dei filmati che ci interessa vedere sul televisore tramite il set-top-box di Cupertino e il gioco è fatto. Molti formati, tra cui Windows Media e Flash Video, sono supportati da Beamer, alla pari di contenitori come AVI e MKV, i quali possono avere codec differenti a seconda di quanto fatto in fase di codifica. Non è necessaria alcuna conversione: sarà l'applicazione ad occuparsi della ritrasmissione verso la Apple TV. Parimenti non è necessario il jailbreak, dato che non richiede alcuna modifica al sistema operativo del dispositivo. Beamer sfrutta funzionalità non documentate di AirPlay, ottenute tramite reverse engineering e studi sul funzionamento. Proprio tale motivo è ciò che tiene l'applicazione lontana dal Mac App Store. È disponibile sia per Lion che per Snow Leopard.

Il costo di Beamer è di 7 €, definito dagli sviluppatori come "introductory", iniziale, dunque suscettibile di aumenti futuri. Personalmente, vista la semplicità di funzionamento dell'app, non avrei superato i 5 € come soglia, anche viste applicazioni come AirFlick che possono portare agli stessi risultati, sebbene non è detto che abbiano la stessa semplicità ed efficacia. Se si apprezza la comodità e il vasto supporto di formati dimostrato da Beamer, però, può rivelarsi una buona scelta per arricchire la propria user experience con la propria Apple TV. Ciò non toglie che in futuro sarebbe bello vedere AirPlay implementato da Apple a livello di sistema operativo, senza costringere a trucchi o app supplementari a pagamento... Ringraziamo kead per la segnalazione.