Il Natale è sempre il Natale, non importa quanti calendari abbiamo consumato, quando arriva il momento di scartare i regali torniamo tutti un po' bambini. Nel mio caso la regressione ha avuto effetti semi-permanenti a causa di un dono tanto inaspettato quanto desiderato.

Un po' di storia: il primo d'aprile del 2010 il sito Thinkgeek presentò quello che era un evidente "pesce d'aprile", un cabinet in miniatura per l'iPad, quello che spesso viene chiamato anche un "Coin-op", cioè "funzionante a monete". L'idea era così geniale che dopo circa un anno, grazie alla collaborazione fra Thinkgeek, ION e Atari è stato finalmente messo in vendita ad una cifra di circa 99$. Differentemente dal pesce d'aprile il collegamento fra l'iPad e l'iCade non avviene tramite cavo dock ma con il bluetooth, in pratica ogni bottone e posizione del joystick sono mappati come un tasto di una tastiera bluetooth. È alimentato da due pile stilo, comprese nella confezione, ma io vi consiglio di usare quelle ricaricabili, nel lungo periodo costano e inquinano molto meno.

L'accoppiamento fra l'iCade e l'iPad è estremamente semplice: basta accendere il bluetooth sul tablet, premere per 4 secondi i 5 tasti indicati nel foglietto delle istruzioni ed il gioco è fatto. L'iPad può essere posizionato sia in portrait che in landscape anche se solo nel primo caso si avrà un effetto scenico degno potendo sfruttare anche un buco per il passaggio del cavetto di alimentazione.

In landscape invece sorgono alcuni problemi, il primo è che il cavetto (a dire il vero ben poco necessario visto che la batteria dell'iPad dura 10 ore!) sarà appunto a vista, il secondo è che lo schermo sporgerà dalla sagoma dell'iCade, il terzo è che la scanalatura d'appoggio è molto poco profonda, al punto da rischiare di far cadere l'iPad nei momenti più concitati di gioco. Per ovviare a questo problema penso che proverò ad avvitare dei piccoli pezzi di plastica sui lati per creare un appoggio più sicuro, vi terrò informati.

icade-2

In funzione dall'altezza della sedia (e della vostra statura) potreste inoltre oscurare alla vista l'angolo sinistro in basso dello schermo con la mano ma questo accade solo con l'iPad orientato in landscape.

Passiamo ora alla parte veramente interessante di questo articolo: i giochi! Cominciamo col dire che la compatibilità è al momento limitata seppur molto maggiore rispetto ad alcuni mesi fa: l'aver scelto la strada del collegamento via bluetooth ha risolto molti problemi perché l'implementazione hardware è immensamente più semplice, non ci sono problemi di royalties e di affiliazioni con Apple (iCade è infatti compatibile con qualsiasi sistema che supporti il bluetooth), l'SDK rilasciato qualche mese fa ha inoltre spinto molti programmatori a pubblicare versioni dei propri giochi che supportano questo cabinet. Le voci dicono che bastino letteralmente poche ore di lavoro per l'implementazione!

Quando acquistiamo iCade veniamo caldamente invitati da Atari a scaricare un software dall'App Store che purtroppo offre un solo gioco gratuito. Sono disponibili pacchetti a pagamento e le cifre in ballo sono, in ogni caso, ampiamente sostenibili se siete appassionati di retro gaming. Un altro software che in molti apprezzeranno è l'emulatore di Commodore 64 ma questo è purtroppo stato ritirato dallo Store per motivi di copyright, è disponibile su Cydia per i jailbreakers. Io fortunatamente lo presi al volo poco prima del ritiro. Bruttissima notizia è che iMame, il tanto atteso emulatore multi piattaforma è durato solo 3 giorni sullo Store e anche in questo caso toccherà rivolgersi al jailbreak (argomento duro per l'iPad 2). Vorrei spendere qualche parola in più per l'iMame che sarà per molti la vera ragione per l'acquisto dell'iCade: i giochi compatibili sono circa 400, una minima parte rispetto all'infinità di perle del passato, ma fortunatamente fra queste ci sono delle vere e proprie pietre miliari della storia dei videogiochi. Il motivo è da ricercare nella versione del Mame dalla quale è derivato iMame per iOS.

Io ricordo con una certa nostalgia le giornate passate giocando con i miei due fratelli a Mario Bros (il primo, non Super Mario Bros!!!), a Mr. Do's Castle, a Popeye, a Wonderboy, a Raid Over Moscow… gli occhi si stanno gonfiando… che bei tempi! In cantina ho ancora i giochi originali, le scatole, i joystick, il fidato Commodore C128D… ecco, a proposito: l'uso delle ROM che si trovano facilmente in rete è consentito solo se si possiede il gioco originale, mi raccomando!

Qualche cenno tecnico: il peso del cabinet non è eccessivo eppure è incredibilmente stabile grazie ai gommini. I tasti sono, per così dire, di "seconda generazione". Chi è "del mestiere" ricorderà tre modelli che si sono succeduti negli anni. Quelli impiegati nell'iCade hanno il micro-switch ma la corsa non è quella cortissima tipica dei giochi della metà degli anni '90. Non sono male ma non è il meglio disponibile sul mercato, in ogni caso su Track & Field è possibile fare degli ottimi tempi, a patto di avere un ottimo fast twitch. Il joystick è di dimensioni ottime ma sono ottimizzabili due parametri: avrei preferito una minore escursione della leva e la palletta rossa tende a svitarsi continuamente: un vero peccato. C'è da dire che lo standard al quale si sono ispirati è quello del retro gaming quindi non mi sento di biasimare troppo duramente le scelte hardware.

Qualche nota dolente: mi è successo 3 o 4 volte nell'ultima settimana che iMame smettesse di interpretare correttamente i comandi, riavviare l'applicazione non è bastato, ho dovuto spegnere e riaccendere il bluetooth. Può sembrare un problema da poco ma immaginate di essere all'ultimo quadro di Ghost & Goblins dopo ore e ore di snervanti tentativi! Rarissime volte mi è sembrato che i comandi non venissero ricevuti, non so se imputare il fatto all'iCade o alla frenesia dell'azione, in generale però il ritardo con cui vengono riconosciuti i comandi è quasi pari a zero, sicuramente non percepibile dal giocatore, veramente notevole. Dal punto di vista strutturale l'iCade è molto robusto, la leva del joystick infonde sicurezza e anche i tasti sembrano costruiti per durare. Il lato negativo è che è abbastanza rumoroso, è sconsigliabile giocare alle 3 di notte mentre in famiglia dormono.

Il kit di montaggio è essenziale: 8 viti, una brugola, due perni e la palletta. Anche se siamo a digiuno di bricolage non ci metteremo più di 5 minuti a montarlo. Contrariamente a quanto ho letto (terrorizzato) su alcune recensioni, le viti sono delle dimensioni corrette e una volta montato è estremamente rigido e resistente.

voto 5Conclusioni
Come avrete ormai intuito sono a dir poco entusiasta dell'iCade, una delle trovate più geniali nel campo del retro gaming da molti anni a questa parte. Ci siano alcuni piccoli problemi ma non posso che dare 5 stelle a questo prodotto. Se siete appassionati del genere non c'è regalo migliore che vi possiate fare. Potete trovare molti giochi compatibili con iCade su questa pagina.

Costi
In Italia ION iCade è distribuito da MediaWorld e da alcuni altri negozi specializzati. Il prezzo attuale è di 129,90 € (altissimo rispetto ai $99 americani) ma io ho avuto la classica botta di ****: il mio fratellone ha comprato gli ultimi due rimasti in offerta a 89 euro ciascuno.

PRO
 Robusto e stabile
 Joystick e tasti dall'ottimo feeling e resistenti
 Facilissimo da montare
 Nessuna latenza percepibile
 Funziona sia in portrait che in landscape
 Lo spazio dietro l'iPad fa da cassa di risonanza

CONTRO
Pro In rarissimi casi ha perso l'abbinamento bluetooth con l'iPad
Pro In landscape l'iPad rischia di cadere in fasi di gioco concitate
Pro iMame non è più disponibile sul'Appstore
Pro I giochi compatibili non sono tantissimi ma stanno aumentando di giorno in giorno
Pro Costo: 139 euro sono tanti

Concluderei questo articolo con una lista di giochi che hanno allietato le mie giornate da bambino, vi invito a scrivere nei commenti quelli che più vi sono rimasti nel cuore.
1942, Arkanoid, Tetris, Bad Dudes, Bad Lands, Bank Panic, Big Karnak, Black Dragon, Bobble Bobble, Bomb Jack, Burn Rubber, Chopper, Circus Charlie, Contra, Double Dragon, Dig Dug, Donkey Kong, Frogger, Ninja Gaiden, Galaga, Green Beret, Ghost & Goblins, Golden Axe, Gyruss, Hang on, Ironman Stewart, Pac Man, Pac Land, Jungle Hunt, Kick and Run, Mario Bros, Pang, Paperboy, Passing Shot, Pitfall 2, Popeye, Rastan, Road Runner, Scramble, Shinobi, Super Sprint, Qbert, Superman, The New Zealand Story, Track & Field, Twin Cobra, UN Squadron, Wonderboy, Yie Ar Kung Fu