L'ultimo CES di Microsoft non si ricorderà certo per gli annunci esaltanti fatti durante il keynote. L'evento è stato piuttosto ordinario, con tanti recap su quanto si è già visto di Windows 8, con la conferma ufficiale della Beta pubblica a febbraio e dotata del Windows Store con app specifiche per il nuovo sistema operativo, più qualche novità relativa a Xbox 360 e Kinect. Per quanto riguarda Nokia, invece, l'attenzione era tutta focalizzata sui Lumia, una famiglia ancora in espansione e che ora ha finalmente trovato il suo capostipite. Andiamo a conoscerlo.

Il Lumia 900 è la prosecuzione del lavoro già svolto con l'800, colmandone le lacune e rendendolo più appetibile per il mercato nord-americano, pur rimanendo un prodotto interessante anche in ottica europea. Come l'800, presenta uno schermo AMOLED a risoluzione 480x800, tuttavia nel Lumia 900 troviamo un display da 4,3" invece dei 3,7" dell'altro modello. Per il resto, condividono fotocamera da 8 Megapixel con ottiche Carl Zeiss, processore single-core da 1,4 GHz e, naturalmente, Windows Phone 7 "Mango". Le differenze sono in alcuni punti chiave: assente nell'800, questo Lumia ha invece la fotocamera frontale, utilizzabile anche per le videochiamate. La connettività di quarta generazione LTE, inoltre, garantisce velocità in download e upload superiori rispetto alle tecnologie 3G finora utilizzate. Purtroppo, benché il dispositivo sia davvero molto interessante, stavolta, è una esclusiva di AT&T. Stephen Elop, il CEO di Nokia, non ha comunque escluso la possibilità di un suo sbarco anche nel Vecchio Continente. Ci aspettiamo che se succederà la versione europea sarà probabilmente priva di LTE, visto che tale tecnologia qui è ancora sperimentale e non utilizzata commercialmente.

Per quanto riguarda Microsoft, invece, come abbiamo già anticipato non c'è tanta carne al fuoco. A parte alcuni accordi con fornitori di contenuti multimediali per la Xbox 360, tuttavia riguardanti perlopiù i soli Stati Uniti, il vero protagonista del keynote di Ballmer è stato Kinect. Grande successo nella sua versione per Xbox, con oltre 18 milioni di pezzi venduti, ora si appresta ad arrivare anche su computer. PC o Mac non fa differenza, l'importante in questo caso è che ci sia il requisito richiesto, ossia Windows. Kinect per computer sarà ufficialmente disponibile a partire dal 1° febbraio, come prodotto separato rispetto alla controparte per Xbox 360. Il prezzo rischia di non essere proprio di favore: per il mercato americano si parla di 249 $, 100 $ in più rispetto al Kinect per console. Considerato che Microsoft per il prezzo europeo ha usato il cambio 1:1, piazzandola a 149 €, c'è da aspettarsi che la versione per computer arrivi qui a 249 € esatti.

Con Nokia e Microsoft terminano gli annunci più importanti relativi al CES 2012. Ma la manifestazione durerà fino al 13 gennaio, dunque è possibile vedere altri interessanti prodotti nel corso dei prossimi giorni, e ve ne daremo conto. Buona prosecuzione con i regolari articoli di SaggiaMente.