Eccoci al secondo articolo di oggi dedicato al CES 2012. Come preannunciato in precedenza nell'articolo relativo alle TV, questa parte è tutta dedicata ai tablet, che hanno una forte presenza allo show tecnologico nordamericano. Anche questa volta i produttori asiatici sono tra i principali protagonisti, con le loro nuove soluzioni basate su Android 4.0 e su processori quad-core: dopo il Transformer Prime, la generazione 2012 dei tablet sta per prendere sempre più piede.

Iniziamo da Lenovo, che ha presentato due prodotti. Il primo è il Lenovo LePad K2010, un interessante tablet basato su Tegra 3 e, naturalmente, su Ice Cream Sandwich. Le caratteristiche tecniche generali sono di tutto rispetto, che potrebbero renderlo tra le "tavolette" con sistema operativo Google uno dei migliori.

Immagine da Engadget.

Il display, soprattutto, è ciò che colpisce di più: si tratta di un IPS dalla risoluzione di 1920x1200. Sì, la stessa del MacBook Pro da 17", per intenderci meglio. Il display è "incastonato" tra gli altoparlanti stereo, che conferisce al LePad un aspetto un po' originale rispetto agli altri tablet e più reminescente di alcuni televisori, soprattutto degli scorsi anni. Naturalmente la doppia fotocamera è regolarmente presente, con quella posteriore che si attesta a 8 Megapixel di risoluzione. Purtroppo non sono disponibili ulteriori dettagli, ma alcuni, come il Wi-Fi e una adeguata capacità di archiviazione, sono facilmente prevedibili. Nulla al momento nemmeno per quanto riguarda la disponibilità sul mercato, ma visto come il tablet è pressoché pronto si può prevedere al massimo qualche mese di attesa.

Più "ordinario", invece, il Lenovo IdeaTab S2. Si tratta di un tablet da 10" dotato di dock completo di tastiera e mouse, una soluzione di cui ASUS con gli Eee Pad Transformer è stata capostipite per quanto riguarda i prodotti del settore dotati di Android.

L'IdeaTab S2, oltre ad Ice Cream Sandwich, monta un processore dual-core Snapdragon da 1,5 GHz, 1 GB di RAM di tipo LPDDR2, capacità di archiviazione fino a 64 GB e batteria con autonomia di 9 ore. Il display è IPS a risoluzione 1280x800, presente la doppia fotocamera con 5 Megapixel e autofocus per la posteriore e 1,3 per la frontale. La connessione micro-HDMI consente di collegarlo al televisore, per godere di filmati e foto a maggiore risoluzione. Oltre al Wi-Fi, è disponibile la connettività 3G, incluso il supporto alle chiamate. Il peso è molto contenuto: 580 grammi. Naturalmente, uno dei punti di forza di questo IdeaTab è la docking station che lo trasforma in una sorta di netbook: oltre a tastiera e trackpad multitouch, si aggiungono una batteria supplementare che offre altre 9 ore extra di autonomia, due porte USB 2.0 e un lettore di schede SDHC. Come nel caso del LePad, anche qui sono assenti informazioni riguardo disponibilità e prezzi.

Anche Acer si è data da fare con nuovi tablet, sebbene non sia venuta al CES principalmente per quelli. L'Iconia Tab quad-core, infatti, è stato brevemente menzionato nel corso della conferenza di presentazione dei nuovi ultrabook dell'azienda taiwanese. Ciò però non ha impedito "prove su strada" da parte delle testate giornalistiche di settore.

Immagine da Engadget.

Anche qui si trovano specifiche in linea con il LePad e con il Transformer Prime. La CPU è il Tegra 3 di nVidia, con quattro nuclei e dalla frequenza di 1,3 GHz; non manca una generosa dote di RAM da 1 GB. Il display da 10" è a risoluzione full HD. Presenti porte microUSB e HDMI così come un lettore di schede microSD. Presente all'appello Ice Cream Sandwich, leggermente personalizzato da Acer con un launcher da utilizzare anche nella schermata di blocco, con alcuni collegamenti rapidi disposti in cerchio. Come già detto, l'azienda non è al CES principalmente per presentare questo Iconia Tab, dunque non si sono sbilanciati su disponibilità e prezzi.

Non è destinato ai mercati occidentali, ma comunque rimane un prodotto interessante di cui parlare. Si tratta dell'XO 3.0, la declinazione tablet del famoso progetto OLPC, One Laptop Per Child, che produce computer portatili a basso costo da destinare ai paesi più poveri e in particolare ai bambini, i quali possono così usufruire di un importante supporto didattico.

L'XO 3.0 è spinto da un processore single-core Marvell da 1 GHz, più che sufficiente per gli usi e i compiti cui è destinato il tablet, affiancato da 512 MB di RAM e capacità di archiviazione di 4 GB. Troviamo un display di tipo Pixel QI, specificatamente sviluppato per favorire la leggibilità anche alla luce diretta del sole e un sistema di ricarica comprensivo di pannelli solari. Non manca la connettività Wi-Fi, così come la fotocamera frontale e porte USB. Il tablet può eseguire diversi sistemi operativi, come una distribuzione Linux personalizzata per OLPC oppure il regolare Android.

Andando a conclusione, si parla di alcune novità relative a prodotti ASUS, parzialmente correlate al CES in quanto l'azienda ha tenuto anche eventi dedicati in Taiwan. Il Transformer Prime inizierà a ricevere ufficialmente Ice Cream Sandwich a partire dal 12 gennaio, con una versione 3G del tablet in arrivo. Tra i prodotti previsti per il 2012, anche un tablet con Windows 8, del quale Engadget riporta indicazioni sul design, molto simile a quello del Transformer Prime. Per il momento, per quanto riguarda il CES 2012, è tutto. Ma la manifestazione è solo agli inizi e altre novità sono attese nei prossimi tempi: su SaggiaMente riporteremo quelle principali, per vedere come i principali competitor di Apple stanno lavorando e anche per capire quali potrebbero essere le risposte dell'azienda di Cupertino.