Il CES 2012 si è da poco concluso, ma i suoi effetti si faranno sentire per i prossimi mesi a venire nei rilasci di nuovi prodotti. Anche tra gli accessori per dispositivi Apple ci sono interessanti novità. Una di queste è un prodotto molto ricco dell'azienda Newer Technology: miniStack MAX, un hub di espansione per il Mac mini. Vediamo cosa offre.

Dall'estetica sembra quasi un incrocio tra il vecchio mini fino al 2009 e il nuovo dal 2010 in poi. Al suo interno, oltre a offrire un hard disk fino a 4 TB, ha anche un masterizzatore CD/DVD, con Blu-Ray in opzione, e lettore di schede di memoria SDXC complementare a quello già presente nel Mac mini. Sul retro, troviamo un nutrito set di connessioni: tre porte USB 3.0, di cui una con alimentazione per poter ricaricare devices come iPhone e iPad, due porte FireWire 800 e una eSATA. La collocazione ideale, anche per l'accostamento di colori e materiale, è direttamente sotto al Mac mini. I problemi di surriscaldamento sono ridotti al minimo grazie a ventole piccole e silenziose, dello stesso tipo di quelle usate nel piccolo computer Apple. L'alimentazione è esterna e separata rispetto a quella del Mac mini.

Vogliamo trovargli un difetto? Sì, ne ha uno, ma non gli è imputabile: essendo un hub da collegare via USB al Mac mini, la velocità massima a cui andrà il tutto è quella prevista dallo standard 2.0 della tecnologia, dato che Apple non ha ancora adottato la 3.0. Vi sarebbe stata comunque una possibilità per aggirare l'ostacolo, ossia utilizzare la Thunderbolt, tuttavia avrebbe fatto lievitare i costi dell'accessorio. Costi che, a proposito, non sono ancora stati resi noti, così come la data di rilascio. Viste le potenzialità del prodotto, per chi vuole espandere quanto già offre il Mac mini e renderlo così anche un po' più Pro, val bene aspettare qualche mese.