Siete anche voi schiavi dei telecomandi? Io lo sono di sicuro, ho un tavolino zeppo di questi aggeggi fastidiosi e sono più le volte che mi sporgo per raccoglierli (ho due gatti esuberanti in casa…) che le ore passate a guardare la TV. Eppure resisto da tanti anni all'acquisto di un telecomando universale, forse perché l'idea di "ammaestrarli" a suon di tasti premuti mi ha fatto sempre venire i brividi. Un paio di settimane fa, però, mi arriva una delle solite email pubblicitarie ma stranamente questa volta vengo attirato dalle paroline magiche: "difetti sulle scatole". Considerando che le mie scatole sono solite presentare notevoli difetti non appena io cerco di aprirle con la grazia di un ramapiteco mi sono detto che forse vale la pena cercare qualche affare: spulcio accuratamente il sito e noto il telecomando Logitech Harmony 700 a soli 49 € invece che i normali 99. Mi lancio nell'acquisto dopo aver controllato un paio di caratteristiche tecniche e, sorpresa delle sorprese, scopro che non solo la spedizione era gratuita ma addirittura comprendeva un paio di auricolari in-ear da 40 € in regalo! Sbigottito aspetto il pacco, che arriva due giorni dopo e, ennesima sorpresa, la confezione era totalmente integra! Qui la situazione incomincia a puzzare… Mi sa tanto che ho comprato un modello che sta per essere sostituito. Pazienza, l'importante è che svolga il suo lavoro!

Passiamo alla recensione vera e propria: questo telecomando è di fascia intermedia, supporta le funzioni di ben 8 apparecchi, dispone di un buon display quadrato a colori e l'intero telecomando si "sveglia" accendendo la retro-illuminazione non appena lo prendiamo in mano. Peccato solo non arrivi di corsa appena fischiamo, per quello dobbiamo aspettare ancora qualche anno. Le dimensioni sono notevoli ma il peso è abbastanza contenuto e bilanciato nella parte bassa in modo da poter maneggiare con facilità anche i tasti inferiori. La scatola contiene un cavo micro USB, delle pile ricaricabili stilo ed un alimentatore con presa USB del quale avrei fatto sinceramente a meno, sto riempiendo cassetti con questi ammennicoli…

La guida dice ben poco, in pratica ci invita caldamente a collegare il telecomando al computer e a collegarci al sito della Logitech per la registrazione del prodotto e la successiva configurazione. Questa fase è oggettivamente un po' frustrante a causa della carente qualità del sito web, è lento da morire e purtroppo ogni volta che si vuole cancellare qualche carattere premendo "Backspace" il sito salta alla pagina precedente obbligandoci a ricominciare daccapo. La procedura di aggiunta dei telecomandi è, comunque, abbastanza semplice: si immette la marca del dispositivo, il modello e Logitech tira fuori dal cappello un database di migliaia di apparecchi, il codice corretto (a onor del vero a volte il sistema inciampa su questioni di maiuscole e minuscole….).

Successivamente è possibile, io aggiungerei fondamentale, creare delle macro per comandare più apparecchi con un solo tasto. Tre sono associati direttamente alle azioni più comuni: guarda la TV, guarda un film, ascolta la musica. Ognuno di questi è pensato per accendere (e spegnere) gli apparecchi necessari alla relativa funzione. Fortunatamente il telecomando della Logitech si limita a chiederci quale dispositivo coinvolgere, noi non dovremo fare quasi nulla se non indicare ad esempio a quale ingresso HDMI associare la visione di un film registrato sul MySky. A titolo esemplificativo ipotizziamo di voler vedere un film sulla TV mandando l'audio all'amplificatore e usando come fonte video il MySky: con un solo tasto il telecomando spegnerà tutti gli apparecchi non necessari (il lettore di file della Divico nel mio caso), accenderà il TV, cambierà canale sull'HDMI 4, accenderà l'amplificatore impostandolo sull'ingresso ottico, poi passerà al MySky. A questo punto i tasti del telecomando saranno divisi secondo le effettive necessità: canale + e - dialogheranno con il decoder, il volume con l'amplificatore, il cambio di aspetto (16:9, letterbox…) con la TV, play-fast forward-pausa con le funzioni di riproduzione del MySky! Se mai volessimo spingerci oltre è possibile programmare tramite l'interfaccia web qualsiasi combinazione di tasti tramite un semplice drag & drop. Qualora poi proprio fossimo presi dalla disperazione e volessimo istruire il telecomando come si faceva una volta è disponibile una porta di ingresso ad infrarossi nella parte inferiore.

Il display dispone di 7 tasti funzione, i quattro laterali attivano i comandi al loro fianco, quello inferiore funge da "exit" del menù, i rimanenti due invece ci fanno cambiare da una pagina all'altra del display. Qualsiasi funzione o scritta su questo display può essere modificata, associata a qualsiasi pulsante, spostata e rinominata, sempre attraverso l'interfaccia web, grazie alla quale ho scoperto che il telecomando del mio televisore, per esigenze di spazio, non possiede alcuni tasti molto utili che ho potuto invece programmare sull'Harmony 700, come ad esempio il passaggio diretto ad una fonte video senza doverle scorrere con la croce direzionale. Altra funzione utilissima è la scelta dei canali preferiti: la mia TV conosce solo i documentari e saltuariamente qualche TG, inutile vagare errabondi per i 1000 canali di Sky! Tasto 1: Discovery HD, tasto 2: History Channel, tasto 3 National Geographic… Easy! In caso di problemi esiste persino un troubleshooting integrato: premendo "Help" il telecomando mostrerà sul display delle domande, rispondendo alle quali si potrà risolvere qualsiasi problema; se per esempio il tasto "Spegni tutto" non fa il suo dovere il telecomando partirà con un "giro di ronda" provando a spegnere ogni apparecchio e chiedendoci conferma del risultato.

Fino ad ora ho mostrato quasi solo i lati positivi ma non mancano quelli negativi: l'interfaccia web funziona solo su Safari e Internet Explorer (!), è lenta da morire sia nell'impostazione dei comandi ma soprattutto nella sincronizzazione. L'impostazione delle varie funzioni è un'operazione da fare "a rate", non appena ci rendiamo conto di nuove esigenze, e l'idea di dover collegare il telecomando al computer tramite quel software è un supplizio un po' troppo pesante da sopportare, motivo per cui non ho ancora impostato diverse funzioni aggiuntive della TV. Oggi pomeriggio faccio un salto in farmacia, prendo un ansiolitico e più tardi vi dico com'è andata.
La durata delle batterie non mi è nota ma temo sarà abbastanza breve, il display a colori non sarà certo parco nei consumi. Fortunatamente ho sempre a disposizione almeno quattro pile stilo della Apple cariche. Visto il costo del telecomando mi sarei aspettato un oggetto più resistente o almeno la possibilità di comprare un guscio in gomma, speriamo non cada mai! In ogni caso tutte le nostre impostazioni sono salvate nell'account sul sito della Logitech, dunque qualora dovesse rompersi e ne ricomprassimo uno uguale non dovremo fare altro che caricare sul nuovo telecomando ciò era stato salvato in precedenza.

Conclusioni / Costi
L'Harmony 700 vale i soldi spesi, nel senso che 49 € sono una giusta cifra, i normali 99 mi sembrano esagerati, sono pur sempre le vecchie 200 mila lire! Se non fosse stato per lo sconto non mi sarei lanciato ma, bisogna essere onesti, il telecomando funziona veramente bene e il tavolino ringrazia (un po' meno i gatti che hanno 4 amici in meno). Se non fosse per il sistema di sincronizzazione sarei stato indeciso fra 4 stelle e mezzo e 5 stelle, un programma stand-alone sarebbe stato la ciliegina sulla torta. Per questo motivo mi fermo a 3 stelle e mezzo, un peccato perché il prodotto in sé è veramente ottimo!

PRO
 Database di telecomandi supportati pressoché infinito
 Il peso è ben bilanciato
 Display leggibile e comodissimo
 Le macro di base sono facilissime da programmare
 Il trasmettitore infrarossi è molto potente
 Può comandare fino a 8 apparecchi

CONTRO
 Interfaccia di collegamento pessima
 La programmazione di funzioni extra è lenta e macchinosa
 Ha un aspetto fragile
 Manca un guscio di gomma
 Prezzo un po' troppo alto