Il 2012 è arrivato, portando con sé ancora i soliti Mac Pro di metà 2010. Il destino dei "bestioni" della gamma Apple non sembra roseo: con i processori Sandy Bridge-E che arriveranno solo tra qualche mese e addirittura voci di qualche settimana fa di una vera e propria dismissione, si trovano in uno strano limbo che li lascia senza alcuna certezza, salvo quella per l'eventuale acquirente di trovarsi una macchina ancora buona, ma effettivamente vecchiotta come componentistica. Un po' in sordina, comunque, qualcosa sta forse iniziando a muoversi: i Mac Pro personalizzati durante l'ordine hanno tempi di consegna molto più lunghi, tra l'1 e le 3 settimane.

Come si può vedere dallo screenshot qui sopra, basta una minima aggiunta per vedersi diluire il periodo di consegna su più settimane. Non abbiamo provato solo aggiungendo la RAM: qualsiasi componente opzionale provoca questo effetto, dunque non è una condizione dettata da mancanze di forniture di hardware specifico. Avendo già visto in passato che i tempi di consegna allungati per le configurazioni BTO spesso portavano a cambiamenti entro alcune settimane per il prodotto in questione, viene naturale chiedersi se Apple non stia per caso iniziando lentamente a ridurre le scorte degli attuali Mac Pro. Ciò che c'è da chiedersi, piuttosto, è: riduzione delle scorte dovuta a un aggiornamento del modello oppure a una dismissione? Questo, al momento, non lo si può sapere.

Il Mac Pro può contare su un precedente a suo favore: a inizio 2009, il Mac Mini non risultava aggiornato da agosto 2007. Dopo quasi 600 giorni, a marzo ricevette l'agognato refresh. Lì, anzi, la situazione si spiegava ancor meno in quanto i processori e tutti i componenti erano disponibili, semplicemente era Apple che stava tirando troppo avanti col vecchio modello. In questo caso, almeno si sa che bisogna attendere le nuove CPU. Personalmente, visto che al massimo sarà questione di due mesi, direi che si può avere un cauto ottimismo nel pensare che questi siano i primi segnali di una riduzione di scorte che porterà entro marzo-aprile a nuovi Mac Pro con Sandy Bridge-E e schede grafiche AMD Radeon della serie HD 7xxx, queste ultime già in fase di rilascio. Del resto, sperare non costa nulla.