Tra le varie novità di Mountain Lion, molto pubblicizzata da Apple è quella relativa a Twitter e alle Share Sheets, che in italiano si potrebbero tradurre come "schede di condivisione". Iniziamo col dire che non sono una novità assoluta, essendo funzionalità presenti in iOS 5: come ben sappiamo, infatti, Mountain Lion attinge ancora una volta a piene mani dalla grande fonte di funzionalità di features del sistema operativo mobile di Apple, procedendo sempre più sulla convergenza verso una base comune tra i due prodotti. Per quanto riguarda Twitter, pressapoco non vi sono sostanziali differenze da quanto è stato implementato in iOS 5. Possiamo configurare l'account Twitter in due modi: o al primo accesso sul sito del social network, o tramite Preferenze di Sistema.

Una volta che l'account Twitter è correttamente configurato a livello di sistema operativo, potremo sfruttarlo in qualsiasi applicazione che supporti le Share Sheets. Uno dei più visibili esempi è Safari, dove possiamo richiamare le varie opzioni dal pulsante posto tra Indietro/Avanti e la barra indirizzi/ricerca:

Come possiamo vedere, abbiamo varie opzioni: possiamo aggiungere la pagina all'Elenco Lettura, ai Preferiti oppure inviarla e condividerla via messaggio, mail o Twitter. Quest'ultima è l'opzione che ci interessa. Premendoci sopra, compare la stessa mascherina che è visibile per la medesima feature su iOS 5:

Il risultato finale, una volta aggiunte le nostre considerazioni personali nel tweet (non è obbligatorio, si può lasciare il solo link che viene creato di default dal sistema) e premuto su Send, naturalmente in attesa della localizzazione italiana, è il seguente:

Curioso notare come Mountain Lion viene identificato come iOS e non OS X, molto probabilmente dovuto proprio al "riciclo" del codice per questa funzionalità. È possibile che, anche con la collaborazione delle API di Twitter, nelle prossime build comparirà "via OS X".

Le Share Sheets potenzialmente sono estese a qualsiasi applicazione e a qualsiasi servizio che le supporti. Possiamo ritrovarle sul Finder, in Anteprima, ovunque. Anche iPhoto ne ha una sua versione, a dire il vero fatta ben prima di iOS 5 e di Mountain Lion, ma contrariamente a quanto dichiarato da Apple, per ora tra le opzioni non è compreso Twitter; in compenso, però, è presente Facebook.

Probabilmente arriverà un aggiornamento di test, sia lato iPhoto che lato Mountain Lion: il primo per adeguarlo alle Share Sheets di sistema e al supporto per Twitter, il secondo per aggiungere Facebook alla lista dei servizi supportati. Del resto, Cook ha definito i ragazzi di Facebook "amici", dunque non è impensabile il raggiungimento di un accordo con il social di Zuckerberg. Le Share Sheets si dimostrano un modo semplice e rapido per accelerare alcune operazioni, e nel corso del tempo potrebbero avere sviluppi interessanti.