Qualche tempo fa abbiamo testato il Synology DS211j, un NAS a due bay che ha riscosso grande successo grazie ad un prezzo particolarmente contenuto in relazione alle sue grandi doti. Uno degli aspetti determinanti nella valutazione di questi dispositivi è senza dubbio il sistema operativo e il DSM, giunto alla release 3.2 nel momento in cui scriviamo, è a nostro avviso il migliore. Abbiamo già avuto modo di provare altri ottimi dischi di rete, ma il DiskStation Manager fa la differenza con la sua interfaccia desktop multitasking che rende l'utilizzo e la configurazione del NAS semplice, veloce ed immensamente produttiva.

dsm

Il DS411 è un NAS a 4 bay, ovvero contiene fino a 4 dischi SATAII (compatibili anche i SATA3) per un totale che può raggiungere i 12TB (3TB x 4). Rispetto al DS211j (che ha solo 2 bay) vi sono molte differenze ma essenzialmente si tratta di un prodotto posizionato su una categorie superiore sia per la qualità costruttiva che per l'hardware con un processore da 1,6GHz e ben 512MB di RAM.

DS411-esterno

Sul retro si trovano due grandi ventole per l'areazione, le quali lavorano molto silenziosamente. Complessivamente la rumorosità è particolarmente ridotta ed il robusto case attenua discretamente bene anche il suono dei dischi meccanici. Nella parte bassa si trovano i vari collegamenti, da sinistra a destra abbiamo l'alimentazione, la gigabit ethernet, due USB 2.0 ed una porta eSATA.

DS411-retro

Le quattro viti angolari si rimuovono facilmente, anche con le mani, e lo sportello posteriore, incernierato in basso, si apre dando accesso ai quattro cassetti dei dischi.

DS411-interno

A questo punto si può anche rimuovere il case in metallo, come avviene per un normale computer, e con le viti in dotazione è molto facile fissare i dischi nelle rispettive slitte. Queste sono in plastica rigida ed adatte per le unità da 3,5", mentre per quelli da 2,5" è necessario utilizzare un adattatore. Per la nostra prova abbiamo utilizzato 4 dischi da 1TB a 7200rpm.

DS411-dischi

Il DS411 si collega al proprio router/switch tramite un cavo ethernet (o via WiFi con un adattatore collegato via USB) e una volta accesso i vari LED sul frontale mostrano lo stato di attività dei dischi e della LAN.

DS411-led

Nel disco presente nella confezione si trova il Synology Assistant il quale rileva automaticamente l'unità nella rete ed avvia il setup che, per prima cosa, richiede l'installazione del sistema operativo DSM. Il firmware è costituito da un file .pat e se ne trova già uno nel disco. In tutti i casi conviene recarsi nella pagina di download del prodotto per scaricare la versione più recente. A questo punto la si seleziona e si procede con la configurazione (io ho scelto quella completa):

configurazione-completa

Nei passaggi successivi si imposterà il nome del NAS, un password per l'utente admin, l'indirizzo IP (manuale o con DHCP) e l'orario. Al termine si vedrà un riepilogo della configurazione e si potrà confermare l'aggiornamento cliccando sul pulsante "Fine".

configurazione

Il processo successivo avviene del tutto automaticamente e i vari step possono essere seguiti tramite la maschera di aggiornamento. Il tempo può variare a seconda della quantità e della capienza dei dischi, nel mio caso circa 15 minuti.

installazione

Al termine della procedura si può accedere al DSM con un doppio clic sul NAS che appare nel Synology Assistant, si aprirà il browser di sistema che punterà sul suo IP, porta 5000 (ad es. 192.168.1.107:5000). Come dati si dovrà inserire il nome utente admin e la password scelta al momento della configurazione.

login

Il primo passo da compiere una volta avuto accesso al DSM è quello di creare un volume con i dischi a disposizione. Avendoli inseriti tutti e quattro la scelta diventa molto completa e comprende anche il RAID ibrido di Synology.

RAIDPersonalmente ho optato per il RAID 5+Spare che oltre ai blocchi di parità distribuiti fra tutti i dischi, aggiunge un ulteriore livello di sicurezza mantenendo un disco come "scorta" nel caso di rottura. In questo modo si ha un doppio livello di protezione ed è veramente difficile perdere i dati. Per maggiori dettagli visitate RAID su Wikipedia.

capacita

A questo punto, potremmo dire, inizia il bello. Con il volume creato possiamo iniziare a configurare il NAS tramite il ricco pannello di controllo. Molto importante, specie per chi non è particolarmente tecnico, è che tutto il sistema operativo è localizzato in italiano ed è anche presente una guida in linea esaustiva e semplice da consultare.

guida

Sulle varie funzionalità del DSM abbiamo già dedicato un approfondimento nella recensione del DS211j e, come già detto in quell'occasione, le possibilità sono così vaste che difficilmente si utilizzerà tutto.

pannello

La prima riga di opzioni ci permette di configurare i vari servizi di condivisione ed accesso ai file con tutti i protocolli per interagire nativamente con ambienti misti Windows/Mac OS X/Linux. Si potranno creare utenti, gruppi, cartelle condivise e gestire in modo completo i privilegi di accesso e modifica. Anche l'attivazione e la configurazione del servizio FTP si effettua con pochissimi clic.

server-web

Nei servizi di rete un ruolo importante è riservato alla creazione di un server web. Oltre ad attivare Apache si possono creare gli host virtuali per ospitare differenti siti, abilitare MySQL, configurare il PHP con le varie extensions, gestire le porte HTTP ed HTTPS e configurare il NAS per funzionare come server WebDAV. Se si possiede un IP dinamico si può anche configurare un servizio DDNS per semplificare l'accesso dall'esterno attraverso uno dei molti servizi supportati, come no-ip.com, dyndns.org, changeip.com, ecc..

servizi-di-rete

Sempre nella stessa area si trova la configurazione del NAS come router, l'attivazione e gestione del firewall, la pianificazione dei backup di rete, l'attivazione del terminale e quant'altro. Veramente molto completo.

sistema

L'area di Sistema è quella meno trafficata poiché, di norma, non sarà necessario intervenire qui dopo la prima configurazione. Oltre alla definizione delle impostazioni base del NAS, è interessante la possibilità di attivare delle notifiche via email (o SMS) quando il sistema rileva un errore o una variazione di stato. Sempre in quest'area si può aggiornare il DSM (operazione che si esegue al volo senza perdita di dati o settaggi) o gestire le periferiche esterne collegate via USB (dischi, stampanti, webcam) o eSATA.

Il settore multimediale ed avanzato è tutto localizzato nell'ultimo settore, dove si trovano le applicazioni. Oltre a quelle già presenti vi sono anche dei pacchetti DSM aggiuntivi realizzati da Synology che permettono la gestione di WordPress, VPN, phpMyAdmin e tanto altro. Ma non finisce qui perché, sempre sul sito, si trovano altre applicazioni di terze parti che comprendo di tutto: osTicket, ZenPhoto, MediaWiki, Open Cart, Magento, OS Commerce, ecc.. tutte installabili su DSM in pochi istanti e pronte ad essere utilizzate in pochi clic.

In tutti i casi già quelle di base offrono numerose funzioni interessanti. Possiamo creare un server di file multimediali attivando il DLNA/uPnP (del quale possiamo anche definire lo stile dell'interfaccia web), oppure attivare un server iTunes, volendo protetto da password. Vi sono inoltre le funzionalità File, Audio e Photo station che sono fruibili attraverso le app mobile rilasciate da Synology.

applicazioni

Ma il DS411 può anche essere utilizzato come server di download con i client integrati per Torrent ed eMule, nonché come server di posta o stazione di sorveglianza. Ognuna di queste funzioni potrebbe valere da sola l'acquisto del NAS, averle tutte insieme dimostra l'estrema duttilità di questo sistema che, tra le altre cose, è sempre in evoluzione. La versione 4.0 del DSM è già in beta e porterà numerose migliorie determinanti, dalla grafica alle funzioni più evolute.

dsm4

Ci sarà un nuovo servizio cloud, interfaccia ridisegnata, stazione di sorveglianza più efficiente, servizi per le aziende e nuove app mobile più funzionali.

dsm4-1

voto 5Conclusione
I NAS sono sempre più presenti nelle aziende, nei gruppi di lavoro e nelle case dei patiti di tecnologia. Con il DS411 Synology conferma la capacità di realizzare prodotti di qualità, con hardware di buon livello sfruttati al meglio con il suo ottimo sistema operativo modulare. Rispetto ad altri prodotti simili il DSM si dimostra incredibilmente semplice da configurare e al tempo stesso molto potente e flessibile. L'interfaccia multitasking con finestre riproduce perfettamente un computer desktop nel browser, offrendo tutta la potenza di un NAS nella semplicità d'uso di finestre flottanti ed icone. Il tutto in italiano. L'evoluzione costante di questo sistema e l'attenzione dell'azienda con numerosi aggiornamenti e miglioramenti nel tempo, sono una garanzia sia per l'utente privato che per le aziende, ottenendo sempre il massimo della produttività con un sistema operativo stabile ed in continua crescita. Le performance della macchina si sono dimostrate molto valide in tutti i nostri test, reggendo il carico di lavoro di numerosi siti web nonché lo streaming multimediale. Con il DS411 si fa praticamente di tutto, risultato completissimo e di semplice configurazione.

Costi
Il prezzo del DS411 è di circa 400€, ai quali vanno aggiunti i prezzi degli hard disk che, in questo momento storico, hanno raggiunto costi esorbitanti a causa dei danni del mal tempo che hanno messo in ginocchio la maggior parte delle fabbriche. Vista la qualità del prodotto e la componentistica hardware il prezzo è assolutamente congruo rispetto al prodotto. Probabilmente più indicato ad ambienti di lavoro ed a professionisti che ai privati, escludendo l'utenza tecnicamente più evoluta.

PRO
Pro Costruzione robusta e di semplice apertura
Pro Ben dotato sul piano hardware
Pro Abbastanza silenzioso
Pro Compatibile al 100% in ambienti misti Windows/Mac/Linux
Pro Possibilità di espansione tramite collegamenti esterni (USB/eSATA)
Pro Consumi contenuti 29,7 W (in attività) e 11 W in pausa (con HDD sospesi)
Pro Compatibile con Time Machine
Pro Semplicità di configurazione, con manuali e sistema completamente localizzati
Pro Funzionalità infinite: server web, stazione file, backup, server streaming, stazione di sorveglianza, server di stampa, mail, ftp, ecc.. ec..

CONTRO
Nulla, è veramente il meglio che si possa avere a questo prezzo