Che Siri sia uno dei cavalli di battaglia, purtroppo non in Italia, dell'iPhone 4S non ci sono dubbi. Che le sue potenzialità siano oggetto di studio anche da parte della concorrenza, nemmeno: già a novembre Eric Schmidt vedeva nell'assistente virtuale Apple una minaccia al business di Google. Ma la possibilità di trasformare una minaccia in un'opportunità c'è, e l'azienda di Mountain View non se la vuole far sfuggire, come riporta TechCrunch.

Il progetto sarebbe in preparazione da tempo e, oltre all'intero team Android, vi starebbe partecipando anche parte del team stesso che si occupa del motore di ricerca Google. Si tratta di qualcosa di alquanto ambizioso, dato che l'azienda di Page vuole andare ben oltre quanto fa attualmente la funzionalità di Apple. Google Assistant, questo il nome, è pensato più per aiutare l'utente nella realizzazione degli obiettivi nella vita reale, rispetto al fornire solamente risultati di una ricerca o semplici informazioni. Per arrivarci, gli ingegneri stanno lavorando attivamente sul modo per portare, naturalmente nei limiti del possibile, il sapere umano, non inteso nel suo significato enciclopedico ma in quello di esperienza pratica, all'interno dei server deputati allo svolgimento del servizio. Per rafforzare ulteriormente il tutto, Google vuole sfruttare pienamente la potenza di fuoco a sua disposizione, coinvolgendo anche Google+, il quale potrebbe essere un buon veicolo per la condivisione social di conoscenze e tradizioni che sarebbero poi a disposizione di tutti gli utenti Android tramite Assistant.

Il progetto, stando a quanto riportato da TechCrunch, dovrebbe diventare realtà ed essere reso disponibile sul sistema operativo mobile di Mountain View a partire dal terzo trimestre dell'anno, ossia in estate. Tuttavia, rimane sicuramente ancora molto da sapere riguardo Assistant, vista la scarsità di dettagli. Vedremo come si svilupperà il tutto e se davvero Google ha trovato il modo di raggiungere e superare Siri.