Di solito proviamo borse su misura per le voluminose reflex, ma il mercato è molto più variegato e lo testimoniano ottime mirrorless come la Sony NEX 7 o la Panasonic G3. Per questo motivo sono andato alla ricerca di una custodia per fotocamera più compatta e tra le tantissime disponibili mi è piaciuta la Kalahari Swave S7L.

kalahari-swave-esterno

A dispetto di una struttura da grande, le sue dimensioni sono veramente ridotte (16 x 26 x 16 cm) per cui andrà bene per videocamere e fotocamere compatte con accessori, ma difficilmente tornerà utile per una DSLR. Sbloccate le due cinghie frontali si scopre un vano frontale non troppo ampio, adibito alla sistemazione di piccoli accessori come memorie, filtri e simili. All'interno si trova anche una retina con zip ed un paio di tasche  a vista.

kalahari-swave-tascafronte

Su entrambi i lati si trovano due piccolissime tasche che ho trovato pratiche per riporre rapidamente il tappo dell'obiettivo (sempre che sia <60mm). Per accedere al vano principale è necessario aprire una ulteriore zip. L'apertura è ben gestita perché in caso serve rapidità di accesso, le due coperture si attaccano (se notate c'è il velcro) e si può decidere di lasciare la zip aperta ed usare solo le cinghie. O viceversa, ovviamente.

kalahari-swave-interno

Anche l'interno è strutturato in modo da ricordare quello delle grandi borse per fotocamere, con due separatori a tutta altezza ed uno più corto che può essere usato sia verticalmente che orizzontalmente, se serve bloccare qualche elemento più delicato. Lo spazio è poco, ma è ben gestibile, io ho messo il corpo della G3 con 3 obiettivi (di cui due compatti) e sotto uno dei due si potrebbe anche posizionare il caricabatterie.

kalahari-swave-contenuto

C'è una maniglia superiore ampia e comoda, che appare anche piuttosto robusta. Si può eventualmente utilizzare anche con la tracolla in dotazione. Sul retro si trova anche una ulteriore tasca, larga ma molto sottile, che infondo non è particolarmente utile.

kalahari-swave-retro-cinghia

voto 3,5Conclusioni
La Kalahari Swave S7L (dove la L identifica il colore Lava) è la più piccola di una intera linea di prodotti che include i modelli: S11L, S14L ed S18L. Se il colore scuro non vi dovesse piacere ci sono tutte le varianti anche in  beige, che peraltro costano sempre meno (vanne a capire il motivo). Complessivamente la trovo soddisfacente, sia sul piano estetico che funzionale. Non è di quelle borse che trasudano qualità da ogni cucitura ma è ben organizzata, sufficientemente imbottita per camere piccole e con una adeguata quantità di scomparti. Sul lato avrei preferito delle tasche più capienti, ma per lo scopo cui è realizzata è più che sufficiente.

Costi
Il prezzo è di poco inferiore alle 40€ ed include le spedizioni se la prendete su Amazon che, come al solito, è stato molto efficiente nel servizio. Non l'ho trovata in altri store per fare delle valutazioni sul suo prezzo, ma è certamente in linea, meglio ancora se prendere i modelli beige che costano, a seconda del modello, almeno 10€ in meno. La S7 normale infatti si acquista a 31€.

PRO
 Design piacevole, un po' stile safari ma con un colore più originale
 Dimensioni e peso ridotti
 Tanti scomparti organizzabili, proprio come nelle borse di grandi dimensioni
 Disponibile sia manico che tracolla

CONTRO
Pro È più corretto il prezzo della versione beige (10€ in meno)
Pro Finiture migliorabili