Tra le nuove funzionalità di Lion, ne è stata introdotta una che fino a quel momento non era mai stata inclusa in un sistema operativo, ma solo in determinati programmi: il salvataggio automatico o anche autosave. Come altre features della 10.7, ha un po' diviso: c'è chi l'ha trovata molto utile per il suo lavoro, non dovendosi più preoccupare di salvare le modifiche dato che il sistema fa tutto da solo, c'è chi invece non la sopporta in quanto preferirebbe appunto un controllo più manuale sulle modifiche e nel caso non siano di proprio gradimento non salvarle. Con Lion non è possibile disattivare l'autosave, costringendo così in caso di modifiche indesiderate già salvate automaticamente a scorrere tra le versioni per tornare al momento precedenti i cambiamenti da eliminare. Nella DP3 di Mountain Lion, a quanto pare, Apple ha voluto ascoltare gli scontenti, mettendo una opzione che, nonostante la descrizione un po' "furba", di fatto è una disattivazione del salvataggio automatico. O quasi, e verso la fine dell'articolo capiremo il perché.

Ma dov'è questa opzione? La troviamo nelle Preferenze di Sistema, pannello Generali:

L'opzione che ci interessa è "Chiedi di mantenere le modifiche alla chiusura dei documenti": mettiamole il segno di spunta. Ora Autosave è disattivato. Per verificarlo, apriamo un file, documento o immagine, effettuiamo una modifica e premiamo sul tasto rosso per chiudere la finestra. Ci verrà chiesto se registrare i cambiamenti oppure tornare allo stato in cui avevamo aperto il documento:

Quando non vogliamo salvare le modifiche, basterà premere su "Ripristina modifiche" (fra poco chiariremo perché si chiama così) e qualsiasi cambiamento fatto sarà eliminato. Premendo "Salva", viceversa, confermeremo le modifiche.

La drastica modifica al comportamento di Autosave non preclude l'uso di Versioni, che potremo continuare a utilizzare qualora ci pentissimo successivamente di ciò che abbiamo salvato in precedenza. Non solo: anche i cambiamenti che avevamo scelto di non salvare in realtà sono recuperabili da Versioni. Per questo si è scelto il termine "Ripristina modifiche" invece di un più classico "Non salvare": di fatto, le modifiche erano già state registrate, e premendo su quell'opzione si torna alla versione precedente al loro salvataggio. Ciò significa, dunque, che internamente il salvataggio automatico rimane lo stesso all'opera (rivelandosi così utile in caso di crash dell'applicazione, potendo recuperare tutte o parte delle modifiche fatte sul documento), ma più controllabile da parte dell'utente che può decidere di annullare la sua azione. Non sarà una disattivazione totale, però con questo nuovo modus operandi disponibile siamo certi che per molti l'Autosave diventerà decisamente più sopportabile.