Jobs, in una delle sue classiche uscite, disse abbastanza chiaramente che i computer touch sono scomodi. Ma anche prima di presentare l'Air 11" amava ricordare l'inutilità dei classici netbook (che di quei tempi erano richiestissimi). Ciò significa che nelle sue frasi apparentemente lapidarie si può celare un messaggio diverso da quello apparente, direi leggermente più complesso. Nel caso dell'Air il senso è: i netbook così concepiti non servono a niente, ma un portatile completo, compatto, leggero, veloce e relativamente economico può funzionare.

Mettendo un semplice pannello touch su di un Mac (o su qualsiasi altro PC/Windows) si ottiene solo un buco nell'acqua. Le interfacce non sono adattate per l'uso con le dita e la postura risulta così innaturale che ci si stanca dopo pochissimi minuti. Il senso non è quindi che Apple non realizzerà mai un computer touch, ma che lo farà solo nel momento in cui riterrà di avergli dato un'utilità concreta.

A livello software le recenti versioni di OS X stanno attingendo a piene mani dall'esperienza di iOS. Molte app che vedremo in Mountain Lion lo riprendono in modo palese ed anche il nuovo centro notifiche è un'eredità del mobile. Tim Cook ha dichiarato che in Apple considerano iOS ed OS X come lo stesso sistema operativo (la base lo è davvero), ma sembra che le influenze vadano solo in una direzione. La recente indiscrezione che vede il lancio di un iPhoto '12 entro l'estate, pesantemente ispirato alla versione per iOS, non fa che confermare questo trend già avviato con il Launchpad, le grafiche di Rubrica ed iCal, Messaggi, ecc..

La strategia riguardo il touch sui Mac sembra dunque configurarsi come un lungo e lento percorso. E non è detto che alla fine esisterà davvero un desktop o un portatile Apple con funzionalità touch native. Tuttavia un brevetto è stato prontamente depositato già nel 2010 e mostra come una semplice cerniera sulla base ed un sensore interno potrebbero essere configurati per attivare una ipotetica "modalità iOS" appena lo schermo viene reclinato (è questo che contiene il brevetto, non il fatto che si possa mettere un display in quella posizione!).

brevetto-imac-touch

Se, e ripeto se, un iMac touch sarà realmente prodotto il sistema operativo dovrà già essere "pronto" a sfruttarne le potenzialità e, da quel che si è visto finora di Mountain Lion, OS X 10.8 non sembra possedere tali caratteristiche. Se vi state chiedendo perché in questo 25 aprile abbiamo ripescato questo argomento, il motivo è che Gabriele ci ha segnalato un interessante video in cui si vede, seppur brevemente, come questo iMac touch potrebbe apparire e funzionare.