Prima di entrare nel vivo, restringendo così il campo: Samsung, HTC e Motorola stavolta non c'entrano nulla. Stavolta si tratta di una azione legale di un privato contro Apple, relativa alle Smart Cover per iPad. Jerald Bovino, questo il suo nome, sostiene di essere arrivato per primo al design di queste cover, come riporta Cult Of Mac.

Il brevetto di Bovino, risalente al 2005, riguarda un case pensato per computer portatili, con copertura integrale. Guardando il design nei documenti del brevetto emerge come questa sia una soluzione più complessa rispetto a quella delle Smart Cover, e infatti la causa non si riferisce all'invenzione nella sua interezza. Dove Bovino cerca le maggiori ragioni è nel sistema di "rib", in italiano nervature, sulla parte anteriore: è lì dove Apple a sua detta avrebbe infranto il brevetto. Un'accusa potenzialmente debole, però, dato che nel case di Bovino quelle scanalature sono pensate con appositi materiali che proteggono il dispositivo dalle intemperie, mentre nella Smart Cover hanno la sola funzione di ripiegamento della cover stessa, arrivando alla fine a creare un piccolo supporto per l'iPad, che viene rialzato dal piano favorendone la fruizione. Insomma, tutt'altro scopo e applicazione.

Sarà interessante vedere gli sviluppi della vicenda, anche considerato il recente ottenimento del brevetto da parte di Apple proprio per le Smart Cover. In tutta sincerità e obiettività, non la vediamo molto favorevole per il povero Jerald, questa battaglia legale, ma a stabilire ciò lasciamo che siano i giudici.