In principio fu l'iPod. Nel corso del tempo il lettore musicale che ha fatto la fortuna di Apple è diventato molto più di un semplice “walkman” dei giorni nostri. Si è evoluto, come tutti sappiamo, in un dispositivo capace di poter riprodurre foto e anche video. Oggi questa possibilità, con i vari iPad, iPod e iPhone, è diventata ancora più “succosa” grazie alle potenzialità che iOS ci offre. Senza l'utilizzo di app di terze parti, iTunes permette di importare solo alcuni filmati (MPEG4 o H.264) e di sincronizzarli per la visione sui dispositivi iOS.

film

Oggi ci sono molte altre app che superano tali limiti, permettendo di riprodurre video di qualsiasi formato, senza dover passare per programmi di conversione. Molti di voi avranno già trovato il "proprio flusso" ma tanti utenti continuano a chiederci consigli a tal proposito ed ecco il perché di questa breve guida.

Esistono molti formati video qualitativamente buoni, ma che offrono una compatibilità limitata. Ad esempio AVI o Matroska (MKV) sono dei cosiddetti contenitori che, per semplificarla al massimo, possono “ospitare” diverse codifiche audio e video, non limitandosi quindi al semplice MPEG4. La scelta di Apple di lavorare nativamente su pochissimi formati viene giustificata con la solita filosofia di fondo che caratterizza qualsiasi prodotto della Mela: pochi fronzoli e compatibilità sicura nel proprio ecosistema. Tuttavia avere la possibilità di gestire altri file è una comodità non da poco, specie con il nuovo iPad che può riprodurre video in FullHD a piena risoluzione grazie al Display Retina, video che molto spesso si trovano in formato .mkv.

All'interno dell'App Store si trovano tante app che leggono una moltitudine di file video senza prima convertirli, importati in iTunes e sincronizzati sul nostro iDevice. L'operazione in sè è semplice, basta caricare il file con un software come Handbrake, selezionare il dispositivo per cui si vuole fare la conversione ed avviare. Facile come bere un bicchier d'acqua. Il problema nasce nel momento in cui non disponiamo di un Mac molto potente: con il mio MacBook Pro 13” early 2011 per convertire un file in alta definizione di 42 minuti per un totale di 1,12GB in formato H.264 per iPhone 4, ci metto circa mezzora. Non è tantissimo, ma nemmeno poco. Specie se si va di fretta oppure se lo si deve eseguire per numerosi file. Sicuramente si impiega meno tempo a trasferire il video direttamente sull'iPhone  nel formato in cui già lo possiedo, con il vantaggio ulteriore di non dover occupare ulteriore spazio su disco nella libreria di iTunes. Quindi: perché rinunciare ad una opzione molto più immediata di quella della conversione? Vediamo in dettaglio i possibili passaggi da seguire.

Come dicevo poc'anzi, nello store ci sono diverse app adatte allo scopo. Io personalmente uso AcePlayer (2,39€) con cui mi trovo bene.

aceplayer

Se acquistate l'app da iTunes sul Mac ed usate iCloud in configurazione automatica, allora dovreste vederla apparire anche sull'iPhone, in caso contrario è necessaria una sincronizzazione manuale, via cavo o WiFi. Di noma quando si collega un iDevice parte anche il backup, ma personalmente preferisco disattivare tale funzione per maggiore controllo e velocità nelle operazioni quotidiane. Per fare ciò, prima di collegare il dispositivo al Mac, basta andare nelle preferenze di iTunes (iTunes->Preferenze, oppure più semplicemente la combinazione di tasti cmd,), selezionare Dispositivi in alto ed attivare la spunta sulla casella “Impedisci ad iPhone, iPod e iPad di sincronizzare automaticamente”.

sync

Con questa configurazione saremo noi a decidere quando e se fare un backup, cliccando con il tasto destro sul dispositivo (che comparirà nel menu di sinistra una volta collegato al Mac) e selezionando “Esegui backup”.

Una volta ottenuta la nostra app sull'iPhone procedete come segue:

1. dalla schermata “Sommario” del dispositivo, selezionate in alto App;

app

2. adesso, scrollate in basso finché non trovate Condivisione Documenti;

3. selezionate Ace Player;

ace_docs

4. Cliccate su Aggiungi;

5. Selezionate dal Finder il file che volete trasferire;

6. Attendete il trasferimento del file...

file_transfer

7. Una volta finito il trasferimento, aprite l'app sul vostro iPhone/iPad/iPod Touch, cliccate su Media Explorer prima e su Documentazione poi, e vedrete questo:

ace_iphone

Basterà tapparlo per farlo partire e il gioco è fatto!!!

Inoltre l'app supporta anche i sottotitoli in formato .srt, una vera manna per gli amanti dei film e dei telefilm in lingua originale. L'unica accortezza che bisogna avere, affinché vengano correttamente letti, è che sia il file dei sottotitoli che il file video abbiano lo stesso nome (ad esempio: film.mkv e film.srt). Per trasferirli seguite lo stesso procedimento descritto poco sopra.

Buona visione