Alcuni giorni fa abbiamo presentato l'interessante adattatore Thunderbolt per i dischi GoFlex di Seagate. Il nostro utente Lorenzo ha acquistato il disco GoFlex Pro per Mac da 500GB (7200rpm), insieme all'adattatore Thunderbolt ed all'opportuno cavo Apple di 2 metri.

seagate-goflex

Il disco da lui scelto possiede già la veloce connessione Firewire, per cui è stato possibile effettuare una serie di test comparativi sulla velocità di scrittura, realizzati con un iMac 21,5" 2,5GHz ed 8GB di RAM. Copiando un file di 3,54GB dal disco interno sul GoFlex attraverso le tre diverse connessioni ha ottenuto i seguenti risultati:

  • con adattatore USB 2.0 -> 2'08"
  • con adattatore Firewire 800 -> 1'04"
  • con adattatore Thunderbolt -> 1'03"

Come si può notare la rapidità del disco sembra essere già sfruttata pienamente dalla porta Firewire e la connessione Thunderbolt può risultare praticamente inutile. C'è però da segnalare che nell'operazione di copia gioca un ruolo importante anche il disco interno e l'eventuale lavoro in background del computer, tant'è che nell'operazione inversa (da disco esterno ad interno) stranamente ha ottenuto un 0'46" sempre via Thunderbolt.

In tutti i casi la nuova connessione da il meglio di sé con unità professionali, come dischi in RAID stripe (dove la velocità aumenta) o dischi SSD. Lorenzo ci riporta comunque altre due utili informazioni, la prima è che il disco non appare semplice da aprire (non ci sono viti a vista per intenderci) per cui l'idea di smontarlo per sfruttare la Thunderbolt con un disco SSD esterna può essere concretizzata solo forzando il disco e perdendo la garanzia. La seconda è che una prova via Firewire 800 con il disco Western Digital My Passport Studio 1TB ha evidenziato un tempo ancora inferiore di 0'44" nella medesima operazione di copia da disco interno su esterno.

seagate-goflex-thunderbolt

La Thunderbolt in questo caso potrebbe essere utile per chi ha un Air, dove manca la Firewire 800, ma per la maggior parte dei Mac recenti sembra che per unità meccaniche semplici la Firewire 800 sia ancora più che sufficiente e, sopratutto, efficiente.

Un ringraziamento speciale all'amico Lorenzo che ha pazientemente eseguito e condiviso i vari test.