Oggi mi va di svolgere un piccolo esperimento domenicale: vista la carenza di news importanti nel weekend, vorrei provare a portare all'attenzione dei SaggiLettori un argomento a volte un po' bistrattato: i videogiochi. Tutti noi utilizziamo computer e dispositivi mobili per lavoro, ma alzi la mano chi, anche saltuariamente, non li utilizza per svago e divertimento.
Ci sono sicuramente diverse tipologie di videogiochi (e magari ne approfondiremo il discorso in qualche post futuro) e su SaggiaMente siamo abituati a offrirvi solo il meglio: per questo, vi offro la recensione di Sonic 4 Episode II, nuovo capolavoro di Sega.

Chi di noi non conosce Sonic? Il personaggio simbolo di Sega, nato per fare concorrenza a Mario di Nintendo (e, ora, dopo la dismissione della produzione di hardware della grande S, sono assieme protagonisti di alcuni giochi) è oggi una importante proprietà intellettuale, ma spesso mal sfruttata. Sonic è sempre stato sinonimo di velocità e nel corso degli anni è diventato sempre più lento, seguendo il trend della grafica 3D, mondi pompati al massimo del dettaglio, ma privi di una trama consistente.
Sonic 4 Episode II segna, forse anche più del suo predecessore, un ritorno alle origini: settori e atti rigorosamente bidimensionali, velocità da capogiro (a volte sembra di stare su una giostra di Gardaland) e tanti itinerari secondari da trovare ed esplorare.
Accanto Sonic, troviamo il suo fedele amico Tails, con il quale potremo volare per poco tempo, nuotare più velocemente e trasformarci in una sfera veloce e invincibile (della quale non potremo, però, modificare la direzione di marcia). Assieme dovranno affrontare le creazioni del Dott. Eggman e il perfido Metal Sonic, di ritorno come nemesi del porcospino blu dai tempi di Sonic CD per Dreamcast (e disponibile ora anche su App Store).

La difficoltà di gioco è veramente elevata: a volte basta calibrare male un salto, o non accorgersi di alcuni aculei, per perdere una vita. Se alla fine di ogni livello avremo raccolto più di 50 anelli, apparirà un anello gigante in cui dobbiamo saltare al volo per accedere ad un'area speciale a velocità elevata in cui potremo vincere uno dei sei Smeraldi del Caos, che permetteranno di sbloccare il finale segreto del gioco.
Se, infine, avete installato anche Sonic 4 Episode I (per iPhone o per iPad) potete sbloccare un'area segreta con quattro nuovi mondi e con protagonista Metal Sonic, per scoprire qualcosa di più sulle sue vicende occorse fra Sonic CD e Sonic 4 Episode II.

La grafica, colorata, frizzante e curata, ci accompagna per tutto il viaggio in questo gioco che consiglio a tutti, sia a chi appartiene alla generazione dei videogiocatori anni '80, che potranno divertirsi ritrovando un gameplay familiare e inalterato rispetto al passato, sia a chi non ha mai avuto a che fare con Sonic o, ancora, ai più giovani, ma, certamente, non è un gioco per giocatori casuali o per chi è abituato a pensare che i videogiochi siano solo grafica curatissima senza un minimo di trama (sì, non sono fra gli estimatori di Infinity Blade).

Conclusioni
Sonic è tornato ed è in splendida forma. Ripeto, non aspettatevi una grafica come Infinity Blade o una longevità alla GTA III e nemmeno un platform alla Mario Bros.: attendetevi, invece, tanto divertimento ad una velocità sfrenata, pazza e incontrollata. Avviate il gioco, selezionate la prima area e iniziate a giocare: staccarsi dal display sarà davvero difficile.