Come ad ogni rilascio di OS X, Apple permette a tutti coloro i quali hanno acquistato un Mac dal giorno del suo keynote di presentazione fino alla messa in commercio delle macchine con il nuovo OS preinstallato, di aggiornare gratuitamente il proprio sistema.

Fino a qualche tempo fa, quando i sistemi operativi venivano distribuiti su DVD o su drive USB, bastava compilare un modulo predisposto da Apple sul suo sito, pagare 9,90 € per la spedizione del supporto e procedere all'installazione.

Mountain Lion, però, sarà il primo sistema operativo di Cupertino a non essere distribuito in alcun modo su supporto fisico: per questo Apple ha cambiato la procedura del programma up-to-date, rendendola più farraginosa. Dopo la compilazione del modulo online, Apple spedirà via email un PDF criptato contenente il codice di riscatto da utilizzare sul Mac App Store e, successivamente, invierà un'altra mail contenente la password per aprire il file in questione.

Ricordiamo che la procedura deve essere necessariamente completata entro 30 giorni dall'uscita di Mountain Lion.