Come era successo lo scorso anno per Lion, anche il rilascio di Mountain Lion ha portato un vero e proprio festival di aggiornamenti ad accompagnare il nuovo arrivato. Tra le principali applicazioni oggetto delle attenzioni odierne troviamo quelle di iLife, iWork e XCode. Ma c'è qualcosa anche per la precedente versione di OS X e pure per iOS.

Per quanto riguarda iLife, gli aggiornamenti hanno interessato solamente iPhoto e iMovie. Per la prima, la versione 9.3.2 serve praticamente a darle il supporto a Mountain Lion e alle opzioni di condivisione tramite Twitter e Messaggi del nuovo sistema operativo. Per la seconda, la 9.0.7 porta bugfix, che risolvono problemi di compatibilità con componenti di terze parti per QuickTime e di stabilità con l'anteprima di filmati MPEG2 nella finestra di importazione; sempre a quest'ultima si lega l'altro inconveniente risolto, relativo alle tracce audio non correttamente importate assieme ai video. Benché non sia legata a iLife, per Aperture è da segnalare l'aggiornamento 3.3.2, il quale corregge un problema che portava in alcuni casi al crash dell'applicazione.

Niente iWork '12 come alcune riflessioni e anche qualche rumor aveva fatto sperare ultimamente, ma qualche aggiornamento la suite l'ha ricevuto lo stesso. L'aggiornamento .2 per Pages (4.2), Numbers (2.2) e Keynote (5.2) porta la compatibilità con Documenti nel Cloud e con le funzionalità di dettatura di Mountain Lion, purtroppo al momento non disponibili in italiano. Le applicazioni, inoltre, sono state ottimizzate per la compatibilità con i display Retina dei nuovi MacBook Pro. Gli aggiornamenti di iLife, iWork e Aperture sono disponibili anche per Lion e possono essere applicati sia da chi ha acquistato il software tramite il Mac App Store sia da chi ha installato una copia fisica da DVD.

Parlando di XCode, l'aggiornamento 4.4 dal peso di quasi 1,5 GB porta con sé la compatibilità con Mountain Lion e con i MacBook Pro Retina. Ulteriori novità riguardano il completamento codice, ora più accurato, migliorie per lo sviluppo in Objective-C e il supporto a nuove funzionalità di C++11, incluse le lambda, nel compilatore LLVM. Anche questo aggiornamento è disponibile per Lion. Ricordiamo che nel frattempo è in sviluppo la versione 4.5, pensata specificatamente per iOS 6.

Dopo aver parlato della vasta gamma di aggiornamenti per la 10.8, è sicuramente da segnalare la presenza di Safari 6 per Lion disponibile al download tramite Aggiornamento Software. Quasi tutte le funzionalità viste nella versione inclusa in Mountain Lion sono presenti anche in quella per la 10.7, come la barra unica indirizzi/ricerca, le liste lettura offline, il supporto al Do Not Track e altri miglioramenti minori relativi alla stabilità e alla sicurezza. Assente al momento la versione Windows, la quale sembra praticamente scomparsa dal sito Apple, come riporta Macrumors. In realtà, seppur abbastanza nascosta, la versione 5.1.7 rimane comunque disponibile al download. L'azienda di Cupertino non ha al momento chiarito il destino di Safari per Windows, ma considerato il suo basso uso sulla piattaforma Microsoft non dovrebbe rivelarsi una grave perdita se vi fosse conferma della cessazione dello sviluppo. Qualche dispiacere potrebbero averlo i web designer operanti su Windows i quali non potranno verificare il corretto funzionamento dei loro siti sulle nuove versioni di Safari (benché basato anch'esso su WebKit, Chrome presenta delle differenze e dunque non è automatico che un sito correttamente funzionante sul browser Google lo sia anche su quello Apple).

Nel primo paragrafo abbiamo citato iOS. Ebbene, anche per alcune app Apple del sistema operativo mobile ci sono aggiornamenti. La versione 1.6.1 di Pages, Numbers e Keynote non apporta novità di rilievo e serve solamente ai fini di sincronizzare i documenti tramite iCloud con iWork per Mac, a cui va applicato l'update .2 discusso poco sopra. Gli aggiornamenti sono gratuiti per coloro che hanno acquistato in precedenza una o più app di iWork per iOS (ovviamente, per quelle non acquistate il singolo update non sarà servito; per esempio, chi ha Pages ma non Numbers e Keynote riceverà solo le migliorie per la prima). iTunes U 1.2, invece, consente di prendere più efficacemente appunti durante la lettura o l'ascolto di una lezione. La funzionalità di ricerca è ora più efficiente, con la possibilità di trovare rapidamente qualsiasi tipo di materiale dai corsi a cui si partecipa. Tramite Messaggi, Twitter o le email è inoltre possibile condividere le scelte relative ai corsi frequentati con i propri contatti. Concludiamo segnalando un aggiornamento non ancora disponibile, ma in arrivo nelle prossime ore, per la recente app Podcast. Come riporta All Things D, Apple sta preparando un consistente pacchetto di fix che risolverà i problemi della prima ora, migliorando inoltre l'esperienza d'uso. Speriamo che sia davvero così.